le notizie che fanno testo, dal 2010

Belgio: reattore centrale nucleare di Tihange si spegne senza motivo

Uno dei tre reattori della centrale nucleare di Tihange, in Belgio, si è spento improvvisamente e senza un apparente motivo. La Electrabel, che gestisce l'impianto, ammette: "Stiamo ancora indagando su cosa sia esattamente successo". La Belgian Federal Agency for Nuclear Control ricorda che nella centrale nucleare di Tihange sarebbero avvenuti altri 10 incidenti simili nelle ultime settimane. Johan Vande Lanotte, ex ministro dell'economia, avverte che "le centrali belghe stanno diventando le meno affidabili di tutte".

Uno dei tre reattori della centrale nucleare di Tihange, in Belgio, si è spento improvvisamente e senza un apparente motivo. A renderlo noto il portavoce della Electrabel, il più grande produttore di energia in Belgio. La centrale nucleare di Tihange è la seconda più grande del Paese e fornisce il 55% del fabbisogno di elettricità del Belgio, insieme alla centrale nucleare di Doel. "Stiamo ancora indagando su cosa sia esattamente successo" ammette il portavoce della Electrabel, che gestisce l'impianto. A rendere più preoccupante questo misterioso spegnimento del reattore il fatto che nella centrale nucleare di Tihange sarebbero avvenuti altri 10 incidenti simili nelle ultime settimane, come riporta la Belgian Federal Agency for Nuclear Control, che ipotizza il rischio di ulteriori arresti automatici non pianificati. Electrabel avrebbe spiegato che il reattore si è spento "automaticamente durante un'operazione di manutenzione" ma assicura che "non esiste un pericolo ambientale nella zona". Eppure, dopo all'aresto, ci sarebbe stata una fuoriuscita di vapore. Electrabel non è attualmente in grado di dire quando il reattore sarà messo nuovamente in funzione. L'Agenzia federale francese per il controllo nucleare (AFCN) assicura che "l'incidente non è stato causato in alcun modo da violazioni sulle procedure di sicurezza". La AFCN ipotizza che l'arresto del reattore potrebbe essere legato ad un guasto nel meccanismo di controllo delle barre, che vigila su una serie di parametri quali la pressione e la temperatura nel reattore. Johan Vande Lanotte, ex ministro dell'economia, avverte però che "le centrali belghe stanno diventando le meno affidabili di tutte", invitando il governo ad abbandonare il nucleare ed a passare alle energie rinnovabili nel minor tempo possibile. Johan Vande Lanotte evidenzia inoltre come sia "impensabile" che Electrabel non riesca a fornire spiegazioni su quanto successo all'interno del reattore che si è spento.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: