le notizie che fanno testo, dal 2010

Monterosso: trovato corpo volontario disperso. Ora 9 vittime alluvione

E' stato ritrovato in mare il corpo senza vita del volontario della Protezione Civile che era scomparso durante l'alluvione che si è abbattuta sulle Cinque Terre mentre tentava di salvare altre due persone. Il bilancio delle vittime sale così a nove.

Mentre Papa Benedetto XVI, dopo la recita dell'Angelus, esprime la sua "vicinanza alle popolazioni della Thailandia colpite da gravi inondazioni, come pure, in Italia, a quelle della Liguria e della Toscana, recentemente danneggiate dalle conseguenze di forti piogge" assicurando loro la sua "preghiera", arriva la tragica notizia del ritrovamento del corpo di uno dei 5 dispersi, di cui non si hanno più notizie dopo la terribile alluvione che si è abbattuta pochi giorni fa sullo Spezzino e la Lunigiana. Ad essere ritrovato è il cadavere del volontario della Protezione civile, Sandro Usai, che durante il nubifragio che ha sconvolto le Cinque Terre si era messo immeditamente a disposizione della comunità, tanto che la sua scomparsa era avvenuta mentre cercava di salvare altre due persone a Monterosso. Il bilancio delle vittime sale quindi a nove. Il cadavere dell'uomo è stato avvistato in mare, nei pressi di Punta Mesco, "trovato da quelli del battello di linea che stava venendo da Levanto a Monterosso" come spiega commosso il sindaco della città, Angelo Betta. Gli uomini del battello hanno visto in mare una giacca gialla della Protezione civile affiorare, e hanno immediatamente intuito che il corpo riverso era quello di Usai. Il volontario era di origine sarda, e ad Arbus (nel Medio Campidano), paese d'origine dell'uomo di 40 anni, sarà dichiarato il "lutto cittadino". Tutto Monterosso si stringe ora intorno alla moglie Elena, che dal giorno della scomparsa ha cominciato a cercare il marito senza sosta, come spiega profondamente addolorato il primo cittadino.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: