le notizie che fanno testo, dal 2010

'Ndrangheta: omicidio Lea Garofalo progettato "dai primi anni 2000"

Lea Garofalo, la coraggiosa collaboratrice di giustizia che rivelava preziose informazioni sulla 'ndrangheta, sarebbe stata torturata, uccisa e poi sciolta nell'acido. L'ex compagno della vittima sarebbe stato la mente dell'eliminazione, progettato "fin dai primi anni 2000".

Lea Garofalo, la coraggiosa collaboratrice di giustizia che rivelava preziose informazioni sulla 'ndrangheta, sarebbe stata torturata, uccisa e poi sciolta nell'acido in un capannone vicino a Monza. Il Gip ha ordinato l'arresto di cinque persone e dell'ex compagno della vittima che sarebbe stato la mente dell'eliminazione della Garofalo. Sembra che l'omicidio fosse progettato da molto tempo, addirittura da anni "fin dai primi anni 2000". L'ex compagno avrebbe ordinato l'omicidio e il barbaro scioglimento del corpo nell'acido per far sparire tutte le tracce della sua compagna e far credere che Lea Garofalo fosse fuggita. Una morte orrenda. Sembra che la donna sia stata anche torturata per sapere il contenuto delle sue testimonianze alla giustizia. Il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano assicura che Lea Garofalo avrebbe rinunciato lei stessa al programma di protezione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acido# Lea Garofalo# Monza# ndrangheta# omicidio