le notizie che fanno testo, dal 2010

Grumo Appula: vescovo vieta messa suffragio per presunto boss ndrangheta

Dopo le polemiche suscitate dal manifesto con il quale il parroco di Grumo Appula (Bari) invitava i fedeli a partecipare alla messa in suffragio del presunto boss della 'ndrangheta Rocco Sollecito, il vescovo ha vietato la celebrazione.

E' stata infine annullata a Grumo Appula (Bari), per volontà del vescovo, la celebrazione della messa in suffragio del presunto boss della 'ndrangheta Rocco Sollecito, ucciso lo scorso maggio in un agguato in Canada.

Dopo le polemiche suscitate dal manifesto con il quale il parroco don Michele Delle Foglie invitava i fedeli a partecipare alla messa in suffragio, è intervenuto mons. Francesco Cacucci e così la celebrazione in ricordo del boss non si è tenuta, né nel pomeriggio come inizialmente programmato né all'alba come ordinò successivamente il questore.

Il parroco però sottolinea: "Le sante messe non si celebrano in onore dei defunti, le sante messe si celebrano a suffragio dei defunti e quanto più si è peccatori tanto più si chiede la misericordia di Dio".

Già il 6 luglio, dopo l'arrivo della salma di Sollecito a Grumo Appulla, il questore di Bari si vide costretto a ordinare la celebrazione del funerale alle 6 di mattina per evitare disordini.

© riproduzione riservata | online: | update: 27/12/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Grumo Appula: vescovo vieta messa suffragio per presunto boss ndrangheta
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI