le notizie che fanno testo, dal 2010

B.B. King all'Umbria Jazz del 1993: su Rai5, seconda serata 18 giugno

"B.B. King è riuscito a sviluppare uno stile unico, nel quale si fondono a meraviglia il blues tradizionale elettrico (il blues urbano), lo swing del jazz, il mainstream e il pop. Una sua esibizione del 1993 a Umbria Jazz, in occasione del ventennale della manifestazione, in onda sabato 18 giugno alle 23.15 su Rai5 per 'Ghiaccio Bollente'", riferisce in una nota la tv pubblica di Stato.

"Molti hanno cercato di riprodurre - magari semplificandola - la sua musica - viene segnalato in un comunicato della tv di Stato -, nessuno però vi è andato vicino. B.B. King è riuscito a sviluppare uno stile unico, nel quale si fondono a meraviglia il blues tradizionale elettrico (il blues urbano), lo swing del jazz, il mainstream e il pop. Un grande della musica al quale Rai Cultura rende omaggio riproponendo una sua esibizione del 1993 a Umbria Jazz, in occasione del ventennale della manifestazione, in onda sabato 18 giugno alle 23.15 su Rai5 per 'Ghiaccio Bollente'."
La Rai informa dunque: "Gli artisti che dichiarano B. B. King tra le loro influenze principali non si contano: Eric Clapton, Mike Bloomfield, Albert Collins, Buddy Guy, Freddie King, Jimi Hendrix, Johnny Winter, Albert King e molti altri e non c'è chitarrista blues, famoso o sconosciuto, che non abbia in repertorio qualche fraseggio che il 'maestro' con la sua preziosa chitarra Lucille ha ideato e suonato molto tempo prima."
Si precisa in conclusione: "Uno dei suoi meriti principali è quello di aver reso omogenei i suoni di chitarra e voce, una il prolungamento dell'altra. Nato nel 1925 nel profondo sud degli Stati Uniti, ha avuto il primo contatto con la musica cantando nel coro gospel della sua chiesa e suonando agli angoli delle strade. Decisivo l'ascolto a Memphis di T-Bone Walker, ovvero colui che è sempre stato il suo idolo e modello. Una carriera straordinaria la sua: B.B. King è il più celebrato, onorato, imitato ed amato artista blues in attività, ed il suo nome è ormai parte imprescindibile della storia di questa musica. Il suo carisma fra i chitarristi moderni è incalcolabile, e non solo il blues ma anche il rock e il pop gli devono molto."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: