le notizie che fanno testo, dal 2010

Multe più salate dal 1 gennaio 2011 per violazioni stradali

Multe a Roma, a Milano e in tutta Italia saranno più salate. Dal primo gennaio 2011 aumenteranno del 2,4% gli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni stradali.

Più la crisi diventa pesante, più le famiglie si trovano sul filo del rasoio più il governo risulta insensibile a cambiamenti strutturali dei suoi provvedimenti, continuando ad aumentare ciò che era già inaccettabile. Multe più salate in tutta Italia dal 1 Gennaio 2011 del 2,4 per cento per le violazioni stradali. In questi giorni sarà infatti emanato il decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, che "disporrà l'adeguamento dell'entità delle sanzioni ai sensi dell'art. 195, comma 3, del codice della strada".
Mette in guardia da questo nuovo salasso Giovanne D'Agata dell'IdV e fondatore dello "Sportello dei Diritti" che scrive in una nota che "le multe non tengono in considerazione il reddito del trasgressore che può incidere fortemente sul bilancio familiare di quel mese.
Questo rappresenta la violazione dell'art. 3 della Costituzione che fa riferimento alla discriminazione delle capacità finanziare tra coloro che grazie al proprio censo possono pagare e chi invece meno abbiente viene messo in ginocchio". Difatti, si legge sempre sulla nota "In Europa alcuni stati, per esempio in Austria, in Svizzera, l'importo delle multe è proporzionale al reddito del trasgressore. In Italia al contrario nessuno ha mai ipotizzato questa soluzione che sarebbe vera espressione di uguaglianza e democrazia anche perché mantenendo lo status quo, un paperone in Ferrari si sentirà legittimato a trasgredire le norme del CdS, perché le sue tasche non verrebbero intaccate al contrario di un comune cittadino".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: