le notizie che fanno testo, dal 2010

Mucca pazza: donna in coma è "stabile"

La donna ricoverata in coma a Livorno per essere affetta dal morbo di Creutzfeldt-Jakob, volgarmente conosciuto come morbo della "mucca pazza" versa in condizioni gravi ma "stabili". Per questa malattia che ha tempi di incubazione lunghissimi, non ci sono per ora delle cure. La Cia (Confederazione italiana agricoltori) rassicura: "i controlli sono ferrei e funzionano".

Una storia davvero triste quella della donna livornese di 43 anni ricoverata nel reparto Cure Palliative di Livorno. La signora è affetta dal morbo di Creutzfeldt-Jakob meglio conosciuto come il morbo della "mucca pazza" che gli italiani ricorderanno bene visto che qualche anno fa sfociò in una psicosi collettiva. Nel 2001 fu addirittura vietata la "bistecca con l'osso" e la "fiorentina" tornò sulle tavole degli italiani solamente nel 2005.
Come si legge su Wikipedia in merito all'encefalopatia spongiforme bovina (BSE, ovvero Bovine Spongiform Encephalopathy), "è una malattia neurologica cronica, degenerativa e irreversibile che colpisce i bovini causata da un prione, una proteina patogena conosciuta anche come agente infettivo non convenzionale. La BSE fa parte di un gruppo di malattie denominate encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSE) che colpiscono diverse specie animali, compreso l'uomo".
La malattia colpisce il cervello umano e per ora non esistono cure. La malattia della signora livornese era stata diagnosticata all'istituto Carlo Besta di Milano nell'ottobre 2009.
Ora la paziente, come si apprende dall'azienda Usl 6 di Livorno è in "condizioni stabili" con tutte le funzioni vitali autonome normali, "non è in grado di comprendere e comunicare" ed è visitata dai familiari.
La Confederazione italiana agricoltori, per evitare un nuovo crollo nel consumo di carne bovina, sul caso commenta: "Bisogna evitare allarmismi inutili e dannosi. Il caso di Livorno è isolato e soltanto il secondo registrato nel nostro Paese e, quindi non deve suscitare alcuna preoccupazione. I controlli sono ferrei e funzionano".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: