le notizie che fanno testo, dal 2010

Pordenone: vittima di abusi quando minore accoltella presunto pedofilo

Un 23enne ha accoltellato a San Vito al Tagliamento (Pordenone) un uomo di 48 anni, denunciato di aver abusato del giovane quando era minorenne.

Poco dopo la mezzanotte, un 23enne friulano che in passato ha denunciato di essere stato vittima di alcuni episodi di pedofilia subiti quando era ancora minorenne ha accoltellato il suo presunto violentatore.
Quello che sembra essere un gesto di vendetta, forse misto a disperazione, è avvenuto a San Vito al Tagliamento (Pordenone).
L'uomo aggredito è un medico di 48 anni, ex allenatore di calcio giovanile, che ora si trova ricoverato in prognosi riservata all'ospedale del luogo.
L'accoltellamento è avvenuto nella casa dell'uomo: anche se ferito, poco prima di perdere conoscenza, il 48enne è riuscito a indicare l'identità di chi l'aveva colpito.
Il 23enne però non era intenzionato a sottrarsi alle sue responsabilità e circa un'ora dopo l'aggressione si è costituito. Il giovane è stato accusato dai Carabinieri della Compagnia di Pordenone di tentato omicidio.

Secondo quanto è emerso finora, alcuni anni fa l'uomo aveva dato ospitalità al ragazzo ma in seguito la madre del giovane lo aveva accusato di episodi di molestie sessuali nei confronti del figlio, tanto che il 48enne era finito agli arresti domiciliari.
Il medico ha sempre respinto le accuse, negando anche la paternità di alcune immagini pedopornografiche trovate nel suo computer.
Il processo su questo presunto caso di pedofilia è ancora in corso.

© riproduzione riservata | online: | update: 13/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Pordenone: vittima di abusi quando minore accoltella presunto pedofilo
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI