le notizie che fanno testo, dal 2010

Pediatra riprendeva le molestie sui bimbi, c'è "prova granitica"

Durante la conferenza stampa seguita all'arresto del pediatra di Vicenza, colto in flagranza di reato mentre si accingeva a molestare una bimba di 3 anni, gli agenti rivelano alcuni particolari inquietanti in merito al modo di agire dell'uomo.

Durante la conferenza stampa seguita all'arresto del pediatra di Vicenza, colto in flagranza di reato mentre si accingeva a molestare una bimba di 3 anni durante la visita all'interno di un asilo nido, gli agenti rivelano alcuni particolari inquietanti in merito al modo di agire dell'uomo. La squadra mobile di Vicenza che ha effettuato l'arresto ha infatti rivelato che il pediatra 64enne riprendeva con una fotocamera tutta la scena, tanto che ora gli investigatori stanno esaminando il computer e decine di memory card sequestrate a casa e nell'ambulatorio dell'uomo, che forse aiuteranno le autorità a capire la portata di questa orrenda vicenda. Il pediatra, infatti, è stato arrestato immediatamente per evitare che infierisse sulla bambina di 3 anni, ma ora rimane da capire se e quanti abusi l'uomo avrebbe compiuto, e in che arco di tempo. Ad allarmare il fatto che attualmente pare che il pediatra stesse seguendo ben 800 piccoli pazienti. "Oltre allo smarrimento e lo sconcerto per quanto avvenuto - sottolinea però il procuratore di Vicenza, Paolo Pecori - c'è anche la soddisfazione di aver scoperto questo reato. Ora andremo a ritroso, ma siamo sicuri che quanto avvenuto almeno non potrà ripetersi". A lanciare per primi l'allarme non solo una coppia di genitori preoccupati per il fatto che la loro bambina non voleva più tornare a farsi visitare dal medico dopo che era stata nel suo studio, ma anche delle maestre d'asilo, insospettite dallo strano comportamento che i bambini assumevano dopo i periodici controlli che il pediatra effettuava nelle scuole. Le educatrici, quindi, sembra che abbiano dapprima allertato il Comune che poi si sarebbe rivolto in Procura. Attualmente il pediatra, al momento sospeso dall'ordine dei medici, è in carcere in attesa dell'interrogatorio del gip, che avverrà in questi giorni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: