le notizie che fanno testo, dal 2010

Ex tastierista Modà accusato di molestie: domiciliari con braccialetto elettronico

L'ex tastierista dei Modà, Paolo Bovi, attualmente fonico della band, è agli arresti domiciliari, con tanto di braccialetto elettronico. Paolo Bovi è accusato di "violenza sessuale" di "lieve entità", nei confronti di alcuni minori quando era animatore in una parrocchia. Già prima delle denunce, la parrocchia aveva allontanato Paolo Bovi dal suo ruolo di animatore.

L'ex tastierista dei Modà, Paolo Bovi, attualmente solo fonico della band, è agli arresti domiciliari, con tanto di braccialetto elettronico. Paolo Bovi è accusato di "violenza sessuale" nella fattispecie però della "lieve entità", che ricomprende abusi, in questo caso verso minori, per fortuna però non "consumati". I fatti, stando alle notizie riportate dal Corriere della Sera, risalirebbero al 2011, quando l'ex tasteriesta dei Modà faceva l'animatore in una parrocchia. Secondo le accuse mosse dai pm, Paolo Bovi avrebbe molestato quattro ragazzini fra i 13 e i 16. Le prime denunce sarebbero partite nel 2013, ma già da prima l'ex tastierista dei Modà era stato allontanato dal suo ruolo di animatore in parrocchia, dopo che uno dei minori aveva accennato ad un prete di alcuni di questi comportamenti attualmente al vaglio degli inquirenti. Sembra inoltre che un sacerdote abbia invitato, attraverso uno scritto, l'ex tastierista dei Modà ad affidarsi a cure di esperti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: