le notizie che fanno testo, dal 2010

Coppia acido: attesa sentenza Tribunale minori su adottabilità figlio Martina Levato

"Sono disperata, mi hanno distrutto" avrebbe commentato Martina Levato dopo che la Procura ha preso la decisione, in attesa del pronunciamento del Tribunale dei minori, di rendere immediatamente adottabile il figlio appena nato dalla giovane donna che è stata condannata in primo grado, insieme ad Alexander Boettcher, a 14 anni di carcere per aver aggredito e sfigurato con l'acido il 28 dicembre scorso un ex compagno di liceo.

"Sono disperata, mi hanno distrutto" avrebbe commentato Martina Levato dopo che la Procura ha preso la decisione, in attesa del pronunciamento del Tribunale dei minori, di rendere immediatamente adottabile il figlio appena nato dalla giovane donna che è stata condannata in primo grado, insieme ad Alexander Boettcher, a 14 anni di carcere per aver aggredito e sfigurato con l'acido il 28 dicembre scorso un ex compagno di liceo. Una decisione che ha lasciato perplesso più di un commentatore che in questi mesi ha seguito la vicenda della coppia dell'acido, con chi ha fatto notare che l'adozione del bambino potrebbe non aiutare alla rieducazione di Martina Levato. Il legale della ragazza riferirebbe che Martina Levato era "sedata" quando è stata separata dal piccolo appena partorito, come da disposizione della Procura per i minori che ha anche avviato l'iter per l'adottabilità. Inizialmente era stato invece ipotizzato che dopo il parto la Levato venisse trasferita assieme al bimbo all'Icam, l'istituto per detenute madri con figli. L'avvocato di Martina Levato sottolinea che provvedimenti di allontanamento dei minori dalle madri che hanno appena partorito "di solito vengono presi soltanto se ci sono stati conclamati di tossicodipendenza o alcoolismo". Si attende quindi la decisione del Tribunale in merito alla vicenda, sentenza che potrebbe giungere già martedì 18 agosto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: