le notizie che fanno testo, dal 2010

Catania: in comunità due studenti 15enni che perseguitano coetanei ed insegnanti

Sono stati collocati i comunità due 15enni che nel corso dell'anno scolastico 2016 avevano incusso timore sia agli insegnanti che ai diversi alunni. Il Tribunale per i minorenni di Catania ipotizza il reato di atti persecutori.

Atti persecutori. E' questo il reato che il Tribunale per i minorenni di Catania ipotizza nei confronti di due studenti di 15 anni ritenuti dagli insegnanti ragazzi ingestibili. Cosa ci sia dietro il comportamento provocatorio e a volte violento dei due minori non è dato saperlo.

I Carabinieri sono stati però costretti ad eseguire il collocamento in comunità per i due giovanissimi (non nella stessa) a causa delle varie accuse rivolte ai 15enni sia da docenti che dagli alunni. I due minorenni avrebbero infatti creato un vero e proprio clima di paura all'interno dell'istituto catanese che frequentavano.

Secondo le varie denuncie, i due bulli avrebbero preso di mira per esempio una studentessa minorenne con disturbi psichici, che insultavano anche con il telefonino tanto che la giovane è stata cotretta a cambiare numero di cellulare. Questi attacchi avevano creato nella ragazzina stati di ansia e di paura, ed era arrivata a temere di andare da sola nel bagno della scuola.

I due 15enni sarebbero stati inoltre soliti insultare un coetaneo straniero, con espressioni anche xenofobe. Sarebbe stata invece aggredita con botte e calci una minorenne, sia all'interno della scuola che fuori. La stessa ragazzina sarebbe stata poi ripetutamente insultata e costretta a subire gesti volgari a sfondo sessuale. A causa di tali vessazioni, i genitori erano costretti ad accompagnarla a scuola e ad un certo punto avrebbero anche cambiato residenza per evitare che i due 15enni si presentassero sotto casa della figlia, ormai terrorizzata.

Sarebbe stato poi percosso anche un altro coetaneo dei due bulli, che presenta un disturbo del linguaggio e un deficit della motricità. Nel corso dell'anno scolastico 2016 i 15enni avrebbero poi incusso timore anche negli insegnati, uno dei quali sarebbe stato una volta chiuso a chiave in un'aula.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: