le notizie che fanno testo, dal 2010

Canale di Sicilia: si teme strage. Su barca naufragata fino a 800 migranti

Strage nel Canale di Sicilia, dove una imbarcazione con forse a bordo tra le 700 e le 800 persone è naufragata nella notte di sabato 18 aprile. Finora sono solo 28 i sopravvissuti. Il portavoce della Guardia Costiera italiana, Francesca Caruso, ha spiegato che l'imbarcazione carica di migranti salpata dalle coste della Libia era molto grande e a più livelli.

Si teme una strage di oltre 700 persone al largo della Sicilia. Se i numeri fossero confermati, si tratterebbe dell'incidente più grave mai avvenuto dal dopoguerra. Attualmente è in corso nel Canale di Sicilia una operazione di salvataggio dopo che un barcone, che trasportava forse centinaia e centinaia di migranti, si è capovolta nel cuore della notte. Il portavoce dell'esercito maltese David Cioffi, che coordina i soccorsi insieme alla Guardia Costiera italiana, ha rivelato che sono stati individuati già decine di corpi senza vita in mare, e tra questi ci sarebbero anche dei bambini. L'Ammiraglio Giovanni Pettorino della Guardia Costiera italiana ha riferito che finora sono solo 28 le persone sopravvissute al naufragio, mentre sono già 23 i corpi dei migranti recuperati mentre erano alla deriva in mare. I migranti sopravvissuti hanno raccontato che a bordo della barca c'erano tra le 700 e le 800 persone. Il portavoce della Guardia Costiera italiana, Francesca Caruso, ha spiegato che l'imbarcazione carica di migranti salpata dalle coste della Libia era molto grande e a più livelli, il che fa temere che i numeri riferiti dai sopravvissuti possano essere reali. L'allarme è stato lanciato attraverso una chiamata nella notte di sabato 18 aprile. Prima dell'arrivo dei soccorsi, i migranti naufragati sono però rimasti in acqua, fredda, per diverse ore, stando alle prime ricostruzioni. Ad aggravare la situazione una perturbazione in mare, che potrebbe mettere in difficoltà le squadre di soccorso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: