le notizie che fanno testo, dal 2010

NO TAV: i giorni caldi della battaglia / DOSSIER

L'uomo della strada, quello che ora ha perennemente lo smartphone in mano, ha sicuramente sentito le ragioni dei NO TAV in maniera abbastanza chiara solamente (e paradossalmente) sotto il governo Berlusconi. Quando Roberto Maroni era ministro degli Interni, sui i NO TAV si puntarono infatti i riflettori e anche i manganelli. In questo dossier ripercorriamo con il nostro archivio i giorni caldi della battaglia dei NO TAV e le loro conseguenze nel tempo, come l'assoluzione di Erri De Luca e la condanna di Beppe Grillo. Ricorderemo quando per il M5S c'era la Valsusistan, quando si consigliavano nuove regole di ingaggio per le forze dell'ordine, degli scontri e delle fiaccolate e della convenzione di Aarhus che nessuno si ricorda (per primo i governi che si sono succeduti in questi anni).

[15/03/2016]  "Questa mattina - rivela in una nota l'Arma -, i carabinieri del Comando Provinciale di Torino hanno eseguito 6 misure cautelari (2 arresti domiciliari e 4 obblighi di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria) nei confronti di altrettanti attivisti No TAV ...
leggi tutto>>

[19/10/2015]  Assolto lo scrittore napoletano Erri De Luca, accusato di istigazione a delinquere per via di alcune interviste del 2013 in cui sosteneva che "la Tav Torino-Lione va sabotata". Una sentenza diversa avrebbe condannato infatti non solo Erri De Luca ma anche la libertà di opinione e di espressione, visto che come ha sottolineato anche la difesa del giornalista il verbo "sabotare" non ha solo una accezione violenta, come cercava di dimostrare invece il ...
leggi tutto>>

[21/09/2015]  "Non sono un martire né sono una vittima, sono un testimone della volontà di censura della parola. Questa sentenza sarà un messaggio sulla libertà di espressione" sottolinea Erri De Luca ai cronisti durante una pausa del processo che si sta svolgendo a Torino ...
leggi tutto>>

[17/12/2014]  Sono stati condannati a 3 anni e 6 mesi i quattro attivisti No TAV che nel maggio 2013 assalirono il cantiere della Torino-Lione a Chiomonte. La sentenza, emessa nell'aula bunker del carcere Vallette di Torino dalla Corte d'Assise, ha però assolto gli imputati dal reato di terrorismo, accusa contestata ...
leggi tutto>>

[03/03/2014]  Il giudice monocratico Elena Rocci di Torino ha emesso la sentenza nei confronti di Beppe Grillo per la vicenda della baita NO TAV di Chiomonte a cui sarebbero stati violati i sigilli il 5 dicembre 2010 durante una manifestazione. La Procura di Torino aveva chiesto per il leader del MoVImento 5 Stelle una condanna a 9 mesi di carcere. Il giudice ha invece inflitto a Beppe Grillo 4 mesi di reclusione, che ovviamente non saranno scontati in prigione per via dell'indulto. Stessa condanna è stata inflitta ...
leggi tutto>>

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
NO TAV: i giorni caldi della battaglia news
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI