le notizie che fanno testo, dal 2010

Meteorite sulla Terra 28 settembre 2015? La Profezia della Luna Rossa

La fine del mondo potrebbe essere vicina. Il professor Robert Walsh, direttore esecutivo della ricerca presso la University of Central Lancashire, avverte che è possibile che un meteorite potrebbe cadere sulla Terra la prossima settimana, in un giorno qualsiasi tra il 22 ed il 28 settembre 2015. Bufala o verità? La notizia di un meteorite sulla Terra deriva dalla Profezia della Luna Rossa (Blood Moon Prophecy). Ma la NASA rassicura.

La fine del mondo potrebbe essere vicina, almeno stando agli avvertimenti di un ricercatore inglese. Il professor Robert Walsh, direttore esecutivo della ricerca presso la University of Central Lancashire, avverte infatti che potrebbe esistere davvero la possibilità che un meteorite potrebbe cadere sulla Terra la prossima settimana, in un giorno qualsiasi tra il 22 ed il 28 settembre 2015. La Terra ha sperimentato cosa potrebbe significare la caduta di un meteorite nel febbraio 2013, quando diversi grossi frammenti di un corpo celeste grande quanto un camion sono piombati dal cielo sopra Chelyabinsk, in Siberia, causando per fortuna solo diversi feriti. Se questi meteoriti fossero però caduti in città molto più popolose, come New York, Londra o Pechino, il risultato di tale evento sarebbe stato probabilmente molto più devastante. Oltre ai danni immediati la caduta di un grosso meteorite sulla Terra, infatti, provocherebbe possibili terremoti e tsunami. La NASA rassicura però che se ci fosse un meteorite così grande pronto ad entrare nell'orbita terrestre a settembre chiunque lo avrebbe già visto.

Ma allora, come è nata la notizia che un meteorite starebbe per cadere sulla Terra a fine mese? E' una bufala o ha una base di verità? Il tutto, a quanto pare, partirebbe dalla cosiddetta Blood Moon Prophecy (Profezia della Luna Rossa). Tale profezia è stata diffusa da alcuni predicatori cristiani americani, come John Hagee e Mark Biltz, ipotizzando che la serie di quattro eclissi lunari consecutive in soli due anni (nota come tetrade), che hanno avuto inizio ad aprile 2014, sarebbero un segno della fine dei tempi, come descritto nella Bibbia negli Atti degli Apostoli al capitolo 2 verso 20 e nell'Apocalisse al capitolo 6 verso 12. Le eclissi lunari a cui fa riferimento la Profezia della Luna Rossa (poiché è di questo colore che si tinge il nostro satellite durante tali eventi astronomici) sono quelle del 15 aprile 2014, dell'8 ottobre 2014 e del 4 aprile 2015. La quarta eclissi lunare è prevista invece per il 28 settembre 2015. Negli Atti degli Apostoli San Pietro cita quello che "predisse il profeta Gioele" e cioè "Il sole si muterà in tenebra e la luna in sangue, prima che giunga il giorno del Signore, giorno grande e splendido". Anche nell'Apocalisse si legge: "Quando l'Agnello aprì il sesto sigillo, vidi che vi fu un violento terremoto. Il sole divenne nero come sacco di crine, la luna diventò tutta simile al sangue". Da ricordare che il 4 aprile 2015 c'è stata una eclissi solare, con il Sole appunto che è divenuto nero. L'autoproclamato profeta reverendo Efraid Rodriguez sostiene inoltre di aver visto in una visione un asteroide "entrare nello spazio aereo della città di Arecibo a Puerto Rico, cadendo in mare tra l'isola di Mona e la città di Mayagúez e innescando un terremoto di magnitudo 12". Sempre negli Atti, San Pietro ricorda che Gioele disse: "Io effonderò il mio Spirito sopra ogni persona; i vostri figli e le vostre figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni e i vostri anziani faranno dei sogni".

La suggestione aumenta inoltre per il fatto che sei asteroidi "sfiorerebbero" la Terra proprio gli ultimi sette giorni del mese di settembre: tre di questi misurerebbero fino a 280 metri di lunghezza mentre gli altri tre non supererebbero i 57 metri. Tutti, comunque, se cadessero sulla Terra avrebbero la capacità di devastare un continente o distruggere una città grande come Londra, a seconda del meteorite. Tra questi, c'è un asteroide che passerà a circa 5.1 milioni di miglia di distanza dalla Terra (Venere è a circa 25 milioni di miglia). Cinque di questi sei asteroidi avrebbero ottenuto dalla NASA la classificazione "5", su una scala che va da "0" (buone certezze che il meteorite impatterà sulla Terra) a "9" (molto improbabile). La NASA però ribadisce: "Non si conosce alcun asteroide o cometa attualmente in rotta di collisione con la Terra, per cui la probabilità di un grande scontro è abbastanza piccola. - aggiungendo - Nessun oggetto di grandi dimensioni colpirà probabilmente la Terra nei prossimi 100 anni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: