notizie curiosità e varia umanità dalla rete
canali tematici di Mainfatti

Meteorite 2013 e asteroide Russia 1908: cosa successe a Tunguska?

Mentre piovono meteoriti sulla Russia e si attende il passaggio dell'asteroide 2012 Da14, si torna indietro nel tempo, quando un asteroide sarebbe caduto sulla Russia nel 1908. Ma a Tunguska il meteorite ha impattato o è esploso in aria? E come? Ecco la teoria che vorrebbe la costruzione in Siberia di "un complesso che ancora oggi protegge la Terra da meteoriti ed asteroidi".

Mentre il mondo attende il passaggio dell'asteroide 2012 Da14, l'attenzione si è spostata sui meteoriti caduti oggi in Russia. Diversi frammenti di meteoriti "infuocati", infatti, sono piovuti nei cieli di Russia1 , sui monti Urali, provocando circa 1000 feriti. "Un fenomeno davvero molto strano" come lo ha definito persino Margherita Hack, tanto che i più sono tornati con la mente al 1908. Il 30 giugno del 1908, infatti, un qualcosa proveniente dallo Spazio ha squarciato il cielo sopra il Podkamennaja Tunguska River, in Siberia, radendo al suolo gli alberi compresi in un'area di circa 2mila chilometri quadrati. Ma cosa è caduto nella zona del fiume Tunguska? Ad oggi, in realtà, non sembra esserci ancora nessuna certezza in merito all'evento, e se l'ipotesi più accreditata è la caduta di un asteroide o di una cometa, altri azzardano teorie comprendenti UFO e buchi neri. Solo dal 1927 cominciarono a partire numerose spedizioni per comprendere cosa potessere essere successo a Tunguska, ma nessuna di queste è riuscita a spiegare completamente i complessi fenomeni che hanno preceduto ed accompagnato l'esplosione. Sembra infatti che prima che il "cielo si spaccasse in due" come riporta il testimone oculare Semen Semenov, situato a 65 chilometri dal luogo del probabile impatto di un corpo celeste, "si sono verificati molti altri eventi in qualche modo legati all'esplosione di Tunguska, essendo anelli di un'unica catena" come spiega Valery Mikhailovic Uvarov, capo del Dipartimento Ricerche Ufologiche, Paleoscienza e Paleotecnologia dell'Accademia per la Sicurezza Nazionale della Russia (Nexus n. 57 del 2005). Valery Mikhailovic Uvarov azzarda infatti una sconcertante teoria (come lei stessa la definisce), e cioè che "nell'immenso territorio disabitato della Yacuzia nordoccidentale esista un'antica installazione sotterranea tecnologicamente avanzata".

L'ipotesi di Valery Mikhailovic Uvarov vorrebbe infatti che nella zona "nota come la Valle della Morte sia stato costruito un complesso che ancora oggi protegge la Terra da meteoriti ed asteroidi". Tale supposizione nasce dal fatto che, nonostate le numerose spedizioni a Tunguska, pare che nessuno sia mai riuscito ad individuare il cratere che si sarebbe dovuto formare nell'impatto con un asteroide, tanto che qualcuno pensa che si sia disintegrato prima di cadere a terra. Ed ecco il perché Valery Mikhailovic Uvarov ha supposto quella che lei chiama la "Installazione", scrivendo: "Fu l'attivazione del generatore di energia, e l'aumento del suo livello energetico determinato dal complesso che iniziava i preparativi per la generazione dell'energia (sfere elettromagnetiche) che agiva sull'ambiente, a divenire la causa della comparsa di ragguardevoli anomalie atmosferiche associate alla crescente tensione del campo elettromagnetico terrestre - e sottolinea - L'effetto dell'Installazione fu così potente che nei 10 giorni antecedenti l'esplosione in molti paesi d'Europa, così come nella Siberia Occidentale, l'oscurità notturna fu sostituita da un'insolita luminosità, come se quelle aree stessero sperimentando il fenomeno delle 'notti bianche' tipico dell'estate ad alta latitudine".

Valery Mikhailovic Uvarov riporta l'osservazione, nella zona di Tunguska prima della caduta dell'asteroide del 1908, di una sorta di "sfere di plasma" che a suo giudizio sarebbero state "prodotte da un generatore di energia situato nelle profondità della Terra, in un luogo deliberatamente scelto da qualcuno ed associato ad una particolare area geofisica del pianeta: l'anomalia magnetica della Siberia Orientale" che "il periodico Tekhnika Molodiozhi (numero 1, 1984) definì come una 'super-anomalia magnetica la cui origine si trova alla profondità di mezzo raggio terrestre' ". A supporto di tali tesi, Valery Mikhailovic Uvarov riporta come "30 minuti prima della caduta del meteorite iniziò un terremoto" nelle vicinanze della miniera di Stepanovsky ed il fatto che la mattina del 30 giugno 1908, mentre il probabile "corpo proveniente dallo Spazio esterno penetrò nell'atmosfera terrestre ad una velocità immensa (...) nel cielo sovrastante la taiga siberiana vi erano diversi oggetti in movimento, che si avvicinavano al luogo dell'esplosione da direzioni diverse".

La ricercatrice riporta numerose testimonianze di persone che raccontano che "nella zona in cui precipitò l'intruso cosmico osservarono l'insolito volo di enormi corpi infuocati che emettevano scintille e si lasciavano dietro scie multicolori" che Valery Mikhailovic Uvarov teorizza siano uscite dall'Istallazione e ribattezza come terminator, perché con il compito di "distruggere il meteorite". Interessante a tal proposito l'annotazione di A. K. Kokorin, osservatore meteorologico presso la stazione sul fiume Kezhma, a circa 600 chilometri di distanza dal luogo dell'esplosione di Tunguska, che scrive: "Alle 7:00 due cerchi (sfere) infuocati di dimensioni gigantesche sono apparsi in direzione nord, per poi scomparire a distanza di 4 minuti; subito dopo la loro scomparsa si è udito un forte rumore, simile a quello del vento, che si propagava da nord a sud e che è durato circa 5 minuti; ad esso sono seguiti suoni e tuoni, come detonazioni di enormi armi da fuoco, che hanno fatto tremare le finestre. Queste sono durate 2 minuti e ad esse è seguito un suono secco come quello di un colpo di fucile; questi ultimi suoni sono durati 2 minuti. Tutto è avvenuto in piena luce del giorno".

Leggi anche: Meteoriti Russia: 30 ore prima esplosione corpo celeste a Cuba

Leggi anche: Asteroide caduto in Russia: incidente nucleare sfiorato da meteoriti

15/02/2013 | update: 15/02/2013
più informazioni su:
# asteroidi# meteoriti# Russia
ultime notizie in evidenza
Sitografia

1.frammenti di meteoriti "infuocati", infatti, sono piovuti nei cieli di Russia - http://www.mainfatti.it/asteroidi/Asteroide-2012-Da14-e-meteoriti-infuocati-cadono-su-Russia-Video_048205033.htm

gli articoli più letti di tecnologia
Credits e info