le notizie che fanno testo, dal 2010

Egitto: un piccolo meteorite crea un cratere record

La scoperta in Egitto di un enorme cratere generato da un piccolo meteorite mette in allarme gli scienziati. Il 35% dei casi dimostra come anche meteoriti di ridotte dimensioni superano l'atmosfera rimanendo integri. E il pericolo è un buco di 45 metri di diametro.

In Egitto è stato scoperto un cratere di circa 45 metri di diametro, formatosi dopo l'impatto di un meteorite che è riuscito ad entrare nell'atmosfera terrestre senza frantumarsi, pur essenso non di dimensioni elevate.
La scoperta è di un gruppo di ricercatori italo egiziani, che hanno poi pubblicato i loro studi su Science. Il gruppo era coordinato da Luigi Folco del Museo Nazionale dell'Antartide dell'università di Siena e spiega come il cratere scoperto sia la dimostrazione che anche dei meteoriti di piccole dimensioni, che quindi in teoria al contatto con l'atmosfera terrestre dovrebbero frantumarsi, posso invece arrivare sulla terra integri, causando danni simili a questo.
Il meteorite in questione misurava circa 1,3 metri di diametro e pare che sia caduto, causando l'enorme cratere scoperto grazie all'ausilio di Google Earth, circa 5mila anni fa, quando il Sahara era già entrato nella su fase di iperaridità. Se così non fosse, spiega il professor Luigi Folco, non si potrebbe vedere un cratere simile a quelli che si vedono solo in pianeti del Sistema Solare privi di atmosfera, con la classica distribuzione dei detriti a forma di raggiera.
La scoperta, quindi, apre nuovi studi sul rischio di impatto che meteoriti di piccole dimensioni potrebbero avere con la Terra, e dalle prime statistiche sembra che addirittura il 35% dei casi superino l'atmosfera interi.
Una percentuale troppo alta che genera un pericolo che non si può più sottovalutare, come spiega Luigi Folco.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: