le notizie che fanno testo, dal 2010

Meteo, a Roma attivo il Piano freddo: metro aperte per i senzatetto

Il gelo ha investito la Capitale, e a Roma è prevista in queste ore anche la neve, anche se non tutti la attendono con ansia. Per i senzasetto la morsa del freddo complica le già precarie condizioni di vita, e così il Comune di Roma apre le stazioni metro per fornire loro un po' di assistenza.

Il Buran, il vento gelido delle steppe russe, arriva a Roma insieme all'anticiclone proveniente dalla Siberia, tanto che le temperature minime, almeno fino al fine settimana, raggiungerano anche qualche grado sotto lo zero. E se i bambini (ma non solo) attendono di veder scendere la neve a Roma, l'amministrazione capitolina comincia invece ad attrezzarsi per evitare gli eventuali disagi. La Protezione Civile del Campidoglio ha già distribuito 100 tonnelate di sale, che serviranno per cospargere le strade di grande viabilità e quelle di competenza municipale in caso in forti nevicate, mentre "una task force di 300 operatori del volontariato e del Servizio Giardini provvederà alla salatura dei punti più soggetti alla formazione di ghiaccio", come spiega Tommaso Profeta, direttore della Protezione civile di Roma Capitale.
Ma se la neve a Roma è un fatto da molti atteso con ansia, visto che raramente scende sulla Capitale (anche a causa del forte smog che di norma alza le temperature), da tanti altri il gelo è solo che temuto. In queste ore, infatti, i senzatetto rischiano di veder complicate le già precarie condizioni di vita, e proprio per questo il Comune di Roma, in collaborazione con Met.ro, ha predisposto l'apertura straordinaria notturna delle stazioni della metropolitana per consentire il ricovero di persone senza fissa dimora. Le stazioni metropolitane che rimarranno aperte, per permettere ai senzatetto di poter scappare dalle intemperie, sono Barberini, Flaminio, piazza Vittorio e San Giovanni (della linea A) e Piramide, Tiburtina e Ponte Mammolo (della linea B). Roma Capitale avvisa inoltre che rimarrà aperto anche il sottopasso Eur Fermi dove sono stati allestiti 100 posti letto, con ambienti riscaldati e vitto completo.
Ma tutti i cittadini romani potranno contribuire a migliorare le condizioni dei senza fissa dimora, chiamando il numero verde 800 44.00.22, ai cui operatori potranno fornire delle indicazioni per "individuare casi di fragilità più nascoste", come sottolinea l'assessore alle Politiche sociali di Roma Capitale, Sveva Belviso.
L'Amministrazione capitolina avvisa inoltre che "a causa dell'ulteriore irrigidimento delle temperature applicherà l'Assistenza sanitaria obbligatoria nei confronti delle persone senza fissa dimora in stato di estrema fragilità fisica". A partire dalla notte tra martedì 31 gennaio e mercoledì 1 febbraio, e per l'intera durata dell'emergenza freddo, "una equipe socio- sanitaria formata da operatori della Sala Operativa Sociale comunale e da personale medico, quest'ultimo a bordo di un'ambulanza, effettueranno delle ricognizioni nei posti frequentati da senza fissa dimora cronicizzati, i più restii ad accettare l'accoglienza nelle strutture comunali preposte - spiega il Comune di Roma - Oltre a fornire coperte e generi alimentari di prima necessità, l'equipe socio - sanitaria valuterà le possibili compromissioni sanitarie presenti e, nei casi che lo richiederanno e in quelli maggiormente a rischio, potranno intervenire coattivamente prevedendo l'ASO (Assistenza Sanitaria Obbligatoria) con il ricovero in strutture sanitarie".
L'amministrazione capitolina avvisa inoltre che, salvo condizioni di tempo particolarmente severe, rimarrà in vigore il Piano Freddo fino al 31 marzo, grazie al quale diverse strutture di accoglienza (http://is.gd/qJ0Bem) saranno capaci di ospitare ogni notte, per 4 mesi, 600 persone con fragilità economica e sociale, a cui bisogna aggiungere i 700 posti letto offerte da quelle strutture di accoglienza aperte tutto l'anno, per un totale quindi di 1.300 posti messi a disposizione per i più bisognosi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: