le notizie che fanno testo, dal 2010

Meteo Torino, torna la neve. Ospedale Molinette chiude alcuni reparti

Il meteo a Torino continua a prevedere nevicate e venti gelidi, provenienti dalla steppa russa. E mentre scuole e centri comunali rimagono aperti, l'ospedale Molinette di Torino avvisa che alcuni reparti verrano chiusi per a causa di una ristrutturazione della centrale termica.

La neve è tornata a scendere a Torino, e le temperature sono scese nettamente nelle ultime ore. Nonostante questo, l'amministrazione comunale di Torino comunica che le scuole di ogni ordine e grado, gli asili nido, le scuole materne, i centri comunali per persone anziane o disabili e i cimiteri rimangono comunque aperti. A Torino l'anticiclone russo siberiano è accompagnato da venti gelidi che spirano da nord-est, che hanno contribuito a far scendere le temperature al di sotto dello zero su tutto il territorio cittadino.
Anche per questo l'Azienda Ospedaliero Universitaria San Giovanni Battista – Molinette di Torino comunica che a causa di una ristrutturazione in corso della centrale termica aziendale non sarà grantita ovunque l'erogazione del riscaldamento, e per questo le attività non urgenti verranno sospese per preservare le aree sanitarie a maggiore criticità (urgenze ed attività di trapianto), visto che le previsioni meteo a Torino annunciano temperature persistenti al di sotto dei -10 gradi centigradi. Come comunica in una nota l'ospedale Molinette, "proprio per garantire i servizi essenziali, tra i quali il Pronto Soccorso, le urgenze ed i trapianti, è stato disposto il blocco preventivo, da mercoledì 1 a domenica 5 febbraio, del condizionamento e riscaldamento delle utenze dipendenti dalla centrale termica aziendale di alcuni reparti" oltre "al blocco di tutta l'attività di ricovero in elezione ed il blocco dell'attività ambulatoriale della Dental School, al fine di utilizzare le autoclavi disponibili in tale area per il supporto all'attività di sterilizzazione per le strutture operanti in urgenza".
Polemico a causa di questa chiusura il segretario aziendale della Cisl Mario Caserta che commenta: "Paradossale che un grande ospedale non preveda che in inverno faccia freddo - domandandosi - Vorremmo sapere cosa si farà dei pazienti che avevano prenotato e del personale dei reparti che saranno chiusi".
Intanto il Comune di Torino avvisa che alle ore 4.18 di oggi mercoledì 1 febbraio "la temperatura a Torino città era di -3,7 gradi e -6,8 gradi al Bric della Croce, sommità collinare", tanto da aver "accentuato ancor più la formazione di estesi tratti ghiacciati", a causa delle neve caduta nel corso della giornata di ieri. Il Comune di Torino avvisa inoltre che, nonostante le precarie condizioni meteo, "tutte le strade cittadine e collinari sono aperte alla circolazione", sottolineando però la massima precauzione in caso di viaggio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# asili nido# Caserta# disabili# meteo# neve# scuole# Torino# trapianti