le notizie che fanno testo, dal 2010

Meningite, Granaiola (PD): più che invitare alla prudenza Ministero stanzi fondi

"L'allarme per il pericolo meningite lanciato ieri dal Ministero della Salute e rivolto a chi ha intenzione di recarsi in Toscana rischia di recare un grave danno alla Regione e di dimostrarsi inefficace al fine della prevenzione contro la diffusione della malattia", così in una nota Manuela Granaiola, senatrice del PD.

Il Ministero della Salute ha redatto il punto della situazione sui casi di meningite da meningococco C in Toscana, ricordando che nel 2015 sono stati segnalati al sistema di sorveglianza nazionale 31 casi (in confronto ai 2 del 2014 e ai 3 del 2013), inclusi 6 decessi. Nel 2016 sono stati invece già registrati 12 casi di malattia invasiva da meningococco C, di cui 4 con esito fatale. In una nota il Ministero della Salute precisa quindi che se anche "al momento non si è reputato necessario predisporre particolari raccomandazioni per le persone che si recano per viaggi occasionali (lavoro o turismo) nelle aree maggiormente interessate dall'aumento dei casi (Azienda USL Toscana Centro), la frequentazione di locali molto affollati, per alcune ore (per esempio discoteche), l'uso di alcol e la abitudine al fumo, durante i periodi con un aumento dei casi di malattia invasiva da meningococco, potrebbe aumentare il rischio di contagio attraverso il contatto ravvicinato con potenziali portatori".

Allerta che desta preoccupazione in Manuela Granaiola, componente della Commissione Sanità, che in una nota afferma: "L'allarme per il pericolo meningite lanciato ieri dal Ministero della Salute e rivolto a chi ha intenzione di recarsi in Toscana rischia di recare un grave danno alla Regione e di dimostrarsi inefficace al fine della prevenzione contro la diffusione della malattia".
"Invece di generici appelli il Ministero dovrebbe supportare concretamente la regione Toscana che in questi mesi ha messo in atto una significativa campagna di vaccinazione per arginare il diffondersi del batterio della meningite con un impegno economico di ben 7 milioni di euro. - sostiene la senatrice PD - Piuttosto il Ministero della Salute dovrebbe adottare provvedimenti più incisivi e stanziare ulteriori risorse in un'ottica di prevenzione e tutela massima della popolazione e allo scopo di rimediare al grave danno che, annunci allarmistici come quello inviato possono recare al comparto del turismo toscano."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: