le notizie che fanno testo, dal 2010

Lite in sala parto: 5 indagati. Migliorano condizioni di madre e figlio

Sembrano migliorare le condizioni di salute di madre e figlio, coinvolti loro malgrado in una lite tra ginecologi in sala parto. La Procura di Messina ha iscritto nel registro degli indagati cinque persone, tra cui il primario di ostetricia e ginecologia.

Sembrano migliorare le condizioni di salute di madre e figlio appena nato, il cui ruolo una volta in sala parto è improvvisamente cambiato da protagonisti a comparse impotenti, mentre i due medici che avrebbero dovuto pensare solo alla salute di due esseri umani hanno litigato tanto da finire alle mani.
Da quanto si apprende dalle agenzie di stampa, la donna, che dopo un'emorragia interna ha subito l'asportazione dell'utero, sembra essere uscita dalla prognosi riservata e tra qualche giorno potrà essere dimessa.
Il piccolo figlio, invece, pur respirando ora utonomamente, è ancora ricoverato in terapia intensiva.
Intanto la Procura di Messina ha iscritto nel registro degli indagati cinque persone, quindi non solo i due ginecologi che si sono messi a litigare. La procura ha notificato un avviso di garanzia anche al primario di ostetricia e ginecologia, che ieri aveva precisato "che la donna è stata male non per la lite o per un eventuale ritardo negli interventi da parte dei medici". Gli altri due nomi non sono stati resi pubblici.
Intanto oggi all'Adnkronos il primario specifica ulteriormente che "la lite tra i due colleghi non ha alcun nesso con le problematiche che sono insorte" spiegango che "i due colleghi hanno litigato nell'antisala della sala parto quando era in corso il tracciato, ma subito siamo intervenuti noi per allontanarli e tutto si è svolto regolarmente". Lo proverebbe il fatto, stando al primario, che vi è solo "un lasso di tempo di venti minuti dalla fine del tracciato cardio-topografico e l'inizio dell'intervento".
Le ipotesi di reato, comunque, rimangono a vario titolo per gli indagati per lesioni personali colpose e omissioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# esseri umani# medici# Messina# terapia intensiva