le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia, MSF: assistenza psicologica e 22 tonnelate di materiale medico

Medici Senza Frontiere comunica che ha già consegnato a Bengasi 22 tonnellate di materiale medico, dai farmaci alle fasciature, annunciando che è pronta ad inviarne altre 11 tonnellate. MSF spiga che sta inoltre attivando un programma di assistenza psicologica.

"Dall'inizio dei violenti scontri in Libia, a metà febbraio, Medici Senza Frontiere è riuscita a raggiungere la città di Bengasi, nell'est del Paese, dove le equipe stanno supportando le strutture mediche e cercando di avere accesso alle zone attualmente interessate dalle violenze per curare i feriti" spiega in una nota di oggi MSF, sottolineando come invece "un altra equipe di MSF si trova a Ras Ajdir, al confine ovest con la Tunisia, pronta ad attraversare la frontiera con materiali sanitari - denunciando che - finora l'accesso, da ovest, in Libia è stato negato mentre ai feriti non viene permesso uscire dal Paese".
"La priorità di MSF è quella di avere immediato accesso a queste persone" sottolinea l'Ong, che sta cercando anche di attuare un "programma per la salute mentale, fornendo assistenza psicologica ai pazienti che ci vengono segnalati dai medici alla frontiera" visto che "molte delle persone che hanno attraversato il confine sono state infatti testimoni o hanno sperimentato direttamente varie forme e livelli di violenza in Libia", continua la nota.
In un altro comunicato "Medecins sans frontieres" sottolinea come invece da quando sono riusciti ad "entrare in Libia attraverso la frontiera con l'Egitto" l'organizzazione è riuscita a consegnare "alla farmacia centrale di Bengasi 22 tonnellate di materiale medico: farmaci, kit per le ustioni, materiale di sutura, fissatori esterni, fasciature", e che MSF è pronta ad inviare "altre 11 tonnellate di materiale medico a Bengasi, per distribuirle nelle zone in cui gli scontri stanno causando carenze di forniture".
L'organizzazione poi evidenzia come "a Bengasi, le strutture mediche hanno dovuto far fronte a più di 1800 feriti in solo cinque giorni di violenza a febbraio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: