le notizie che fanno testo, dal 2010

Gelmini: ok rigore ma con un 5 non si boccia

Il Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini rassicura tutti gli studenti che si apprestano agli esami della maturità: "con un cinque non si boccia nessuno".

Le nuove norme sull'esame di maturità volute dal Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini stavano già facendo entrare nel panico migliaia di studenti. Si parlava infatti che non vi era possibilità di medie tra le varie materie per essere ammessi all'esame di Stato e quindi in molti si preoccupavano di quella insufficienza che proprio non erano riusciti a colmare. E così un anno di studio magari buttato al vento. Ma a rassicurare tutti gli studenti che si stanno preparando alla maturità è proprio la Gelmini che afferma che "con un cinque non si boccia nessuno". Mariastella Gelmini spiega che le nuove regole servono a riportare un po' di rigore nella scuola. Per questo anche il voto in condotta è tenuto così in considerazione. Naturalmente, spiega la Gelmini, a vincere è sempre il buon senso, e quindi se lo studente si porta un solo cinque dovrebbe essere ammesso agli esami di maturità.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Mariastella Gelmini# maturità# scuola