le notizie che fanno testo, dal 2010

Marò, Italia: Salvatore Girone è in ostaggio. India: offensivo, ma se rientrato 2 volte

Il governo italiano ha presentato la propria memoria difensiva in merito al ricorso presso il Tribunale Internazionale del Mare di Amburgo (Itlos), che dovrà decidere il destino dei due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. L'Italia accusa ll'India di tenere "in ostaggio" il fuciliere di marina Girone. L'India replica: "inappropriato e offensivo".

Il governo italiano ha presentato la propria memoria difensiva in merito al ricorso presso il Tribunale Internazionale del Mare di Amburgo (Itlos), che dovrà decidere il destino dei due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. L'obiettivo dell'esecutivo è quello di ottenere la permanenza di Italia di Massimiliano Latorre, colpito da ictus qualche mese fa, ed il ritorno in patria di Salvatore Girone fino alla fine del procedimento arbitrale. Nella memoria gli avvocati dello Stato sostengono che la salute di Latorre sarebbe "a rischio" se il fuciliere di marina fosse costretto a tornare in India. Più duro il giudizio in merito alla vicenda di Salvatore Girone, poiché il governo accusa l'India di tenerlo "in ostaggio". Le autorità indiane replicano a stretto giro, chiarendo in una nota: "Descrivere il sergente Girone come un 'ostaggio' è del tutto inappropriato e offensivo ed è dimostrato dal fatto - ricordano - che ad entrambi i marò è stato consentito di tornare due volte in Italia". Secondo New Delhi, inoltre, "la storia italiana omette aspetti cruciali "e "distorce la realtà" ricordando che ciò che è successo "non è stato un incidente di navigazione, ma l'omicidio di due indiani commesso da due italiani". Il governo indiano accusa quindi l'Italia di usare l'arma della "compassione" nei riguardi dei due marò poiché intende far passare Latorre e Girone "come due vittime" e al contempo presenta un atteggiamento "discriminatorio" nei confronti "di due pescatori innocenti e della sofferenza inflitta alle loro famiglie".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: