le notizie che fanno testo, dal 2010

India: ok convalescenza in Italia per Latorre, ma garanzia scritta di rientro

La corte suprema indiana accoglie la richiesta di Massimiliano Latorre, concedendo al marò 4 mesi di convalescenza in Italia. I giudici però vogliono dal governo italiano una garanzia scritta, già firmata, che Massimilianno Latorre dopo questi 4 mesi tornerà in India, dove invece rimarrà Salvatore Girone.

La Corte suprema indiana ha accolto l'istanza presentata dalla difesa di Massimiliano Latorre, accordando per il marò un rientro in Italia di quattro mesi per trascorrere un periodo di convalescenza con la famiglia dopo l'ischemia che ha colpito il fuciliere di marina il 31 agosto scorso. La richiesta è stata però accolta dai giudici dietro dichiarazione scritta di rientro in India del marò al termine di questi 4 mesi. La dichiarazione è stata firmata dall'ambasciatore a Delhi Daniele Mancini a nome del governo italiano. Inoltre, i giudici chiedono anche una seconda garazia scritta, questa volta direttamente a Massimiliano Latorre, che non sia "né ambigua nè equivoca". Gli indiani, a quanto pare, rammentano cosa successo nel marzo 2013, quando la Farnesina aveva annunciato che i due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non sarebbero più rientrati in India a scadenza delo loro permesso. Per evitare poi un incidente internazionale, dopo pochi giorni il governo (allora guidato da Mario Monti) è poi tornato sui suoi passi "rispedendo" in India i due marò. Mentre Latorre passerà la convalescenza in Italia, per quattro mesi Salvatore Girone resterà invece solo in India.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: