le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso marò: Salvatore Girone con febbre Dengue, ricoverato a New Delhi

Il marò Salvatore Girone ha contratto la febbre Dengue, una malattia infettiva tropicale causata dal virus omonimo e trasmessa da zanzare del genere Aedes aegypti. Inviati in India due medici militari. Il Ministero della Difesa assicura che "al momento le condizioni del fuciliere di Marina non destano particolari preoccupazioni".

Il marò Salvatore Girone, il fuciliere di marina trattenuto in India perché accusato con Massimiliano Latorre (in Italia per motivi di salute dopo l'ictus) di aver sparato contro due pescatori, ha contratto la febbre Dengue, una malattia infettiva tropicale causata dal virus omonimo e trasmessa da zanzare del genere Aedes aegypti. L'Ansa riferisce che la moglie ed i figli di Salvatore Girone sono già da due giorni a New Delhi. Sempre all'agenzia di stampa, il padre del marò assicura che Girone ora "sta un po' meglio". Anche il Ministero della Difesa assicura che "al momento le condizioni del fuciliere di Marina non destano particolari preoccupazioni e la malattia sta seguendo il normale decorso", previsto in 7-10 giorni. Il Ministero della Difesa precisa inoltre che "a seguito del ricovero di Salvatore Girone, affetto da febbre di dengue e ricoverato presso una struttura ospedaliera a Nuova Delhi, sono stati inviati due medici militari per assistere il Fuciliere di Marina. - precisando - Si tratta di due specialisti, uno dell'Esercito appartenente al Policlinico del Celio ed il secondo dell'Aeronautica Militare che sono già giunti nella capitale indiana e hanno già visto Girone e hanno incontrato i colleghi indiani che lo stanno seguendo". Viene chiarito infine che "l'invio di due medici militari rientra nella prassi laddove un militare in servizio all'estero abbia problemi e non sia presente una struttura sanitaria militare nazionale a cui appoggiarsi come accade nei vari teatri operativi". Per il rientro in Italia di Salvatore Girone si attende il pronunciamento della Corte arbitrale del tribunale internazionale, anche se la decisione potrebbe arrivare solo ad ottobre.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: