le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso marò, Gentiloni: serve altro che generici riferimenti a un dialogo

Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha ricevuto l'ambasciatore italiano a New Delhi, Daniele Mancini, richiamato pochi giorni fa dopo che la Suprema Corte Indiana ha respinto un permesso ai due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, che chiedevano di trascorrere un periodo in Italia. Gentiloni chiarisce: "Non possiamo più accontentarci di generici riferimenti a un dialogo".

Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha ricevuto l'ambasciatore italiano a New Delhi, Daniele Mancini, richiamato pochi giorni fa dopo che ai due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, trattenuti in India da circa tre anni poiché accusati dell'omicidio di due pescatori, era stato negato un permesso per trascorrere un periodo in Italia con al propria famiglia. In una intervista ad Avvenire, Gentiloni chiarisce: "Sentiamo parlare di dialogo aperto da parte di varie voci del governo indiano ma, francamente, ci aspettiamo risultati rapidi e tangibili. Perché dopo quello che è successo dieci giorni fa non possiamo più accontentarci di generici riferimenti a un dialogo". Il ministro degli esteri conferma che la decisione presa dalla Suprema Corte indiana "è stata grave, anche perché sono state respinte petizioni ispirate da evidenti ragioni umanitarie. - aggiungendo - E la nostra delusione ci ha indotto a richiamare in Italia per consultazioni il nostro ambasciatore a Delhi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: