le notizie che fanno testo, dal 2010

Taormina (Me): fuggono gettando 800 grammi di marijuana, due arresti

"Nella serata del 25 novembre 2015 i Carabinieri della Stazione di Taormina hanno messo a segno un'importante attività di repressione dei reati in materia di stupefacenti", viene annunciato in una nota dai Carabinieri.

"Nella serata del 25 novembre 2015 i Carabinieri della Stazione di Taormina hanno messo a segno un'importante attività di repressione dei reati in materia di stupefacenti. La pattuglia della Stazione stava monitorando accuratamente il territorio urbano ed i militari erano intenti nella quotidiana attività di prevenzione e repressione dei reati, al servizio della collettività" mette al corrente in una nota l'Arma.
La Benemerita annota dunque: "Era ormai calata la sera e le vie erano rischiarate dall'illuminazione artificiale. Alle 19:00 circa la pattuglia ha imboccato via Garipoli in direzione del casello autostradale. Giunti in prossimità della contrada S. Antonio, nella penombra i Carabinieri hanno notato una piccola utilitaria accostata sul ciglio della strada ed uno degli occupanti che, con atteggiamento sospetto, stava rientrando nell'abitacolo. L'intuito investigativo ha portato i militari a voler approfondire la situazione. La pattuglia ha affiancato la vettura sperando che i passeggeri consentissero il controllo ma, con sorpresa, la macchina è ripartita rapidamente."
"Nel corso della breve fuga i militari hanno notato che veniva lanciato un pacco dal finestrino - evidenziano di seguito i militi -, poi dopo pochi metri hanno raggiunto i fuggitivi che hanno fermato la macchina e sono stati sottoposti al controllo."
"La tempestiva perlustrazione del canalone che costeggia la strada ha consentito di recuperare la busta lanciata dall'autovettura. Al suo interno vi erano più di 800 grammi di marijuana" si prosegue
Si rende noto ancora: "Pertanto, sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti un 38enne di Adrano (CT) e un 23enne di Giarre (CT), entrambi già noti alle forze dell'ordine."
"Al termine degli accertamenti - si spiega al termine del comunicato -, nel corso della nottata, i due arrestati sono stati associati alla casa circondariale Messina Gazzi a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Le indagini proseguiranno per ricostruire i dettagli della vicenda."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: