le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: scatta antifurto e Carabinieri trovano pinate marijuana in casa

Arrestati due italiani per detenzione e coltivazione di marijuana.

"I Carabinieri della Compagnia Roma Cassia hanno arrestato una coppia di italiani - viene illustrato in un comunicato dell'Arma -, di 70 e 44 anni, incensurati, con l'accusa di detenzione e coltivazione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio in concorso di marijuana. I militari, a seguito della segnalazione dell'allarme antifurto, collegato con il centralino del 112, sono intervenuti presso l'abitazione dei due arrestati."

La Benemerita rivela: "Giunti sul posto, i militari hanno constatato che la casa era regolarmente chiusa, e non vi erano segni di effrazione. Dal sopralluogo esterno all'abitazione li ha però insospettiti la presenza di un forte odore di marijuana. Hanno così rintracciato i proprietari di casa che, con la scusa dell'allarme, sono stati invitati a ritornare a casa in modo da approfondire il controllo."

I Carabinieri riferiscono in conclusione: "Giunti sul posto, i proprietari hanno fatto accedere i militari all'interno dell'abitazione e dal sopraluogo è stato constatato che sul retro della casa, in un piccolo terreno adibito ad orto, vi erano coltivate anche una decina di piante di marijuana, tutte alte più di 2 metri. I due sono stati arrestati ed accompagnati in caserma mentre, le piante di marijuana sono state sequestrate. Successivamente su disposizione dell'Autorità Giudiziaria la coppia è stata condotta agli arresti domiciliari, presso la propria abitazione, in attesa del rito direttissimo."

© riproduzione riservata | online: | update: 23/10/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Roma: scatta antifurto e Carabinieri trovano pinate marijuana in casa
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI