le notizie che fanno testo, dal 2010

Marea nera: "quasi inevitabilmente" entrerà nella corrente del Golfo

La marea nera non solo toccherà Miami, Florida, ma anche le coste europee del nord, trasportata dalla corrente del Golfo. Mainfatti.it lo aveva anticipato già il 22/06/2010, con l'articolo "Marea nera: a rischio anche Irlanda e coste europee".

La BP copre con la sabbiatratti di spiaggia inquinati dal petrolio. Sarebbe questa l'accusa che un giornalista freelance di New Orleans muove contro la società che da mesi cerca di chiudere la falla che sta inquinando le coste del Golfo del Messico. La BP si è impegnata alla pulizia delle spiaggie colpite dalla marea nera, ma stando a questo video sembra che adotti il vecchio metodo di mettere tutto sotto il tappeto. Questa volta sotto però ci sarebbero chilometri di costa e sopra della sabbia che non dovrebbe far vedere in che condizioni è l'ambiente dopo il più grande disastro ecologico americano.
Intanto, uno studio condotto dalla National Oceanic Atmospheric Administration (Noaa), rende noto che "quasi inevitabilmente" la marea nera toccherà le coste di Miami, Florida. Secondo dei calcoli matematici, infatti, il greggio che sta devastando la zona del Golfo del Messico verrà spinto dalla corrente Loop Current per poi entrare nella Corrente del Golfo, risalendo quindi fino alle coste del nord europa. Non è quindi solo Miami ad essere in pericolo, come Mainfatti.it aveva anticipato già il 22/06/2010, con l'articolo "Marea nera: a rischio anche Irlanda e coste europee".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: