le notizie che fanno testo, dal 2010

Marea nera: la tempesta Alex forse un uragano di petrolio

Secondo invece il "National Hurricane Center" americano la tempesta Alex dovrebbe prendere forza e trasformarsi in uragano proprio sopra il Golfo del Messico. La BP comunica che i lavori sulla falla che butta fuori il petrolio si fermeranno per una settimana.

La "marea nera" che sta ammantando progressivamente la superfice del Golfo sel Messico e ne sta asfaltando il fondo per responsabilità della British Petroleum, BP, ora rischia di essere presente anche nell'aria e nell'entroterra della zona. Come? Ovviamente a causa di un uragano che si sta formando nella zona: Alex. La BP ha già comunicato che a causa della tempesta Alex i lavori sulla falla che butta fuori migliaia di barili di petrolio al giorno saranno sospese almeno per una settimana. Ma nella prossime ore la tempesta Alex si trasformerà da tempesta tropicale in uragano di prima categoria (il primo nella scala di "pericolosità", quindi il più basso) anche se, per gli ottimisti, non è ancora detto che investirà in pieno la marea nera del Golfo del Messico.
Secondo invece il "National Hurricane Center" americano la tempesta Alex dovrebbe prendere forza e trasformarsi in uragano proprio sopra il Golfo del Messico. Se così fosse sarebbe il primo uragano di petrolio della storia umana.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# BP# marea nera# Messico# petrolio