le notizie che fanno testo, dal 2010

La marea nera è come un cancro

La marea nera continua a ad uscire dal pozzo della BP. Anche se il tappo rimosso a seguito di un incidente ora continua a pompare, il petrolio continua a fuoriuscire dal pozzo, distruggendo la vita di molte persone.

L'ammiraglio Thad Allen ha annunciato che due persone sono morte a causa di due differenti incidenti legati alle operazioni di contenimento della marea nera nel Golfo del Messico. Pare che uno dei due operai sia morto annegato mentre l'altro si è suicidato, sparandosi alla testa nella sua barca. L'uomo era stato assunto dalla BP per le operazioni di contenimento e pare che tale tragedia sia stata provocata proprio dalla marea nera. L'operaio si chiamava Allen Kruse e non ha retto alla vista di quel mare che tanto amava e che ogni giorno si tinge sempre di più di nero. Pare infatti che Allen Kruse sia caduto in depressione e abbia deciso di farla finita per non vedere più il disastro che sta distruggendo le coste del Golfo del Messico e la vita di tante persone.
Thad Allen ha poi comunicato che a seguito di alcuni incidenti provocati da un robot sottomarino c'è stata una fuga di gas e che quindi il tappo messo dalla BP è stato tolto, anche se si sottolinea in maniera solo temporanea.
Naturalmente senza il tappo di contenimento la marea di petrolio, che già non riusciva a contenere, si è liberata nuovamente in tutta la sua forza. L'unica soluzione adottata è stata quella di bruciare il greggio appena arrivava in superficie.
La BP ha poi annunciato che il tappo è stato riposizionato riprendendo a pompare petrolio e gas. Un pompaggio però come sempre insufficiente a bloccare la fuoriuscita di greggio, e questo sta portando gravi danni, anche psicologici, ai cittadini delle coste toccate dalla marea nera. Una relazione del del Centro per le Scienze Mediche dell'Università della Lousiana ha infatti evidenziato come per quei cittadini la marea nera che non si riesce a fermare sia equiparata ad un cancro perché "si insinua lento nelle vite delle persone".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: