le notizie che fanno testo, dal 2010

Civitanova Marche, affonda peschereccio: bilancio morti sale a 4

Un peschereccio è affondato nella mattinata di giovedì 2 aprile a circa due miglia al largo di Civitanova Marche, in provincia di Macerata. Si aggrava il bilancio dei morti, poiché le vittime del naufragio salgono a 4, tre cittadini romeni ed un italiano.

Un peschereccio è affondato nella mattinata di giovedì 2 aprile a circa due miglia al largo di Civitanova Marche, in provincia di Macerata, a causa di un'onda anomala che potrebbe aver spostato il carico forse non fissato in condizioni di sicurezza come tra le ipotesi al vaglio della Guardia Costiera e della procura della Repubblica. "Avevamo fatto un carico di 60-80 quintali di cozze quando è arrivata un'onda anomala da levante che ha spostato il carico tutto da un lato e ha fatto rovesciare l'imbarcazione. Il comandante ha fatto in tempo a dare l'allarme ma prima dell'arrivo dei soccorsi siamo rimasti in mare per circa un'ora e mezzo" ha raccontato uno dei superstiti dopo il naufragio. A bordo del perchereccio "Sparviero" c'erano sei persone. Purtroppo, sono 4 le vittime dell'onda anomala, due marittimi di cittadinanza romena di 35 e 39 anni e due giovani di 25 e 19 anni, uno italiano e l'altro romeno (questi ultimi morti per ipotermia subito dopo il naufragio). Inizialmente, i due romeni di 35 e 39 anni erano stati dati solo come dispersi, ma a 24 ore di distanza dall'incidente si spengolo le speranze di ritrovare ancora in vita i due marittimi, anche a causa delle difficili condizioni del mare, oggi in burrasca, che ha fatto rientrare in porto un natante dei vigili del fuoco alla ricerca dei corpi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: