le notizie che fanno testo, dal 2010

IdV: per Monti i redditi alti sono irraggiungibili, come uva per volpe

Felice Belisario, capo gruppo in Senato dell'IdV sul suo blog scrive: "Il premier Monti ha affermato che 'le grandi ricchezze sono un concetto facile da cogliere mentalmente, ma difficile da individuare fiscalmente' ". E infatti ancora niente patrimoniale.

L'Italia dei Valori continua a rimanere ancora molto critica nei confronti della manovra "salva Italia", con Felice Belisario, capo gruppo in Senato dell'IdV, che dal suo blog ironizza: "Il premier Monti ha affermato che 'le grandi ricchezze sono un concetto facile da cogliere mentalmente, ma difficile da individuare fiscalmente'. Quanta filosofia, da parte del professore, che però riveste subito i panni dell'economista per spiegare ai sindacati di dover fare cassa sui redditi medio-bassi. Perché quelli alti e altissimi, sostengono i bocconiani, sono irraggiungibili: non sei ancora matura, disse la volpe all'uva", concludendo se è un "chiedere troppo" avere una "patrimoniale sui grandi redditi" che consentirebbe "a chi ha lavorato per più di 40 anni di andare finalmente in pensione". Ciò che non sembra si sia ancora intuito, però, è che tra le intenzioni di Mario Monti non pare esserci solamente quello di "tirar le somme". Sembra infatti che non è il tanto avere i "saldi invariati" a contare ma, piuttosto, il cambiare il cambiare alcuni schemi normativi a cui gli italiani si erano ormai abituati, tra cui alcuni diritti acquisiti. E infatti anche con le modifiche apportate, Monti spiega martedì 13 dicembre che ancora una volta "non è stato possibile tassare la ricchezza familiare, a partire dei grandi patrimoni" perché i tecnici gli avrebbero risposto che "servivano due anni di lavoro per studiare bene la situazione". Molto più celeri, invece, sono stati in merito allo stravolgimento del sistema pensionistico, come potrebbe pensare qualcuno.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: