le notizie che fanno testo, dal 2010

Fiducia Camera: deputati imprigionati nel Palazzo dai manifestanti

La guerriglia urbana blocca i deputati della Camera nel loro Palazzo su consiglio delle forse dell'ordine. Paradossale la situazione dei politici arroccati nel Palazzo mentre il popolo occupa la città tra i fuochi d'artificio. Che però purtroppo è guerriglia.

Interessante e paradossale che a Roma, dopo il voto alla Camera, i deputati siano rimasti "prigionieri" del palazzo del "potere" a seguito delle manifestazioni che sono scoppiate al centro di Roma. I deputati dopo la dura fatica del voto volevano infatti recarsi a casa e negli uffici politici ma alcuni hanno preferito ascoltare il proprio buonsenso rimanendo alla Buvette, mentre altri hanno cercato di andarsene con il coraggio che forse impone l'immunità parlamentare".
Ma i disordini sono nei dintorni di Montecitorio (via del Corso, via del Babuino, piazza del Popolo, via del Tritone) e per i deputati l'immunità è solamente politica, quindi sarebbero stati dissuasi dalle forze dell'ordine a non allontanarsi dal palazzo.
Molti osservatori hanno notato che la sicurezza attorno ai "palazzi della politica" romani non sta "tenendo" proprio per l'impossibilità di conciliare i "varchi" (sbarrati con i blindati come fossero cancelli) con i "passaggi" di politici e giornalisti e forze dell'ordine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: