le notizie che fanno testo, dal 2010

Maltempo: operaio di Moscazzano muore sul lavoro. Procura indaga su frana a Crevacuore

Il maltempo causa un'altra vittima, la quarta nel giro di due giorni. Un uomo di 36 anni, Armando Vagni, operaio del Comune di Moscazzano (Crema) è infatti morto sul lavoro mentre tentava di aprire una chiusa ed evitare l'esondazione della roggia Mulino. La Procura di Vercelli ha aperto un'inchiesta sulla frana che il 12 novembre ha provocato un morto e un ferito a Crevacuore, nel Biellese. L'ipotesi di reato è omicidio colposo.

Il maltempo causa un'altra vittima, la quarta nel giro di due giorni. Un uomo di 36 anni, Armando Vagni, operaio del Comune di Moscazzano (Crema) è infatti morto sul lavoro questa notte, mentre tentava di aprire una chiusa ed evitare l'esondazione della roggia Mulino. Il suo corpo è stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Paura invece per una donna a San Pietro di Sturla, nel comune di Carasco (Genova), rimasta intrappolata nella sua auto investita da una frana. La donna per fortuna è stata soccorsa in tempo, ma è in osservazione all'ospedale di Lavagna a causa del forte shock. Intanto, la Procura di Vercelli ha aperto un'inchiesta, al momento contro ignoti, sulla frana che il 12 novembre ha provocato un morto e un ferito a Crevacuore, nel Biellese. Il reato ipotizzato dai magistrati è quello di omicidio colposo. Gli inquirenti stanno al momento accertando le eventuali responsabilità dell'incidente.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: