le notizie che fanno testo, dal 2010

Maltempo, Torino: Po rischio piena. Morto a Napoli. Matera: 2 dispersi

La Protezione Civile avverte che "la perturbazione continuerà ad insistere sulle zone già colpite dal maltempo". A rischio piena il Po, con Torino in allerta. In Campania il maltempo fa già un morto. A Matera vi sono due dispersi.

Le piogge continuano a cadere incessantemente in tutto il centro-nord, tanto che "dopo aver colpito la città di Genova la perturbazione si è estesa a tutta la Liguria e al Piemonte e ora sta interessando anche la Campania dove sono in corso forti temporali", come comunica la Protezione Civile, il cui Comitato operativo è riunito in seduta permanente dal 4 novembre scorso. "La perturbazione continuerà ad insistere sulle zone già colpite dal maltempo" avverte chiaramente la Protezione Civile, spiegando che "il Capo del Dipartimento Franco Gabrielli, dopo un ultimo incontro nella Sala operativa della Regione Liguria, si è spostato a Torino nella sede della Regione Piemonte per un punto di situazione con il Presidente di Regione Roberto Cota, con il coordinamento regionale e i CCS attivati". Ad essere attesa, infatti, in queste ore è la piena del Po, che secondo stime della Coldiretti sarebbe già salito a 5,4 metri a Piacenza, mentre a Torino i Murazzi sono già allagati. Il sindaco Piero Fassino ha emesso da sabato una ordinanza che vieta la circolazione intorno alla zona dei Murazzi, ma a quanto pare quelli che sono stati già ribattezzati i "curiosi da alluvione" continuerebbero a transitare l'area in cerca di una foto ricordo con alle spalle il Po che si sta ingrossando. Un comportamento pericoloso, perché di norma la piena arriva all'improvviso, anche nell'arco di pochi secondi. Fassino infatti sarebbe andato a controllare la situazione, invitando le autorità ad allontanare il più possibile la folla. "In via precauzionale - rende conto anche la Protezione Civile - il Comune di Torino, così come altri comuni piemontesi, ha previsto la chiusura di tutte le scuole, di ogni ordine e grado, per lunedì 7 novembre. Il Sindaco ha inoltre disposto la chiusura di tutte le attività pubbliche e private sulle sponde del fiume Po" ed appunto "il divieto di circolazione e sosta di veicoli e pedoni nell'area dei Murazzi". La piena del Po, infatti, è prevista per domenica notte, mentre ad Alessandria è attesa l'onda di piena del Tanaro, e Roberto Cota, governatore del Piemonte, sottolinea: "La situazione è in equilibrio, ma l'allerta durerà ancora fino a tutto domani (lunedì 7 novembre, ndr)". Anche in Liguria l'attenzione resta alta perché "fenomeni intensi riprenderanno lunedì". Per il 7 novembre, infatti, è prevista una nuova perturbazione, che "inizierà dalla Sardegna e continuerà ad interessare le regioni settentrionali, con fenomeni più intensi sulla Liguria di ponente, settori alpini occidentali del Piemonte e sul Veneto. Rimarranno residui rovesci e temporali sulla Puglia meridionale" spiega sempre la Protezione Civile. Nella giornata di domenica 6 novembre, invece, una forte pioggia si è abbattuta sulla Campania, colpendo in particolar modo Napoli e provincia. Un uomo ha perso la vita ad Arco Felice, a Pozzuoli, per la caduta di un albero sulla sua auto. Ad alcuni chilometri da Matera, invece, sono disperse due persone (una donna di 44 anni, e il padre, di 86, entrambi di Altamura - Bari), dopo che l'automobile sulla quale viaggiavano è stata travolta dalle acque di un torrente che è esondato, nella zona di Borgo Venusio. Sembra che la macchina sia stata nella nottata avvistata da vigili del fuoco, in un'ansa del torrente. Dellel due persone ncora nessuna notizia. Per tutti questi motivi la Protezione Civile "invita la popolazione, alla luce della situazione in atto e della evoluzione prevista, a prestare la massima attenzione per evitare di esporsi a rischi", raccomandando "di non uscire di casa e di portarsi, se necessario, ai piani alti. Massima prudenza nella guida se ci si trova già in viaggio nelle zone interessate dalle piogge o dai venti forti. Si sconsiglia di mettersi in viaggio verso la Liguria e si invitano gli automobilisti a mantenersi costantemente informati sulle condizioni di viabilità. Si ricorda inoltre che è fondamentale tenersi lontani da corsi d'acqua, ponti, passerelle, aree dissestate e allagate, evitare di scendere in scantinati e sottopassi, nonché passare sotto scarpate naturali o artificiali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: