le notizie che fanno testo, dal 2010

Leucemia: ruolo della quercetina scoperto da ricerca italiana

Una molecola presente in molti vegetali, tra cui il cappero, il sedano, la cipolla e l'uva, promette di diventare una nuova arma contro la leucemia.

Medicus curat, natura sanat dicevano i latini senza l'esperienza dei grandi laboratori farmaceutici e, come sempre, avevano assolutamente ragione. Sembra che una molecola presente in semplici alimenti quali sedano, cipolle, uva, mele, capperi (è quello che ne contiene di più rispetto al suo peso), té verde, vino rosso ecc. sia un'arma formidabile contro la leucemia, per essere precisi la leucemia linfocitica cronica. La quercetina è infatti un "fitochimico", ovvero una sostanza vegetale che ha prerogative "chemio-preventive" come dicono gli scienziati.
A confermare il ruolo anti-tumorale della quercetina, già noto come un potente antiossidante, un team italiano del CNR di Avellino che ha pubblicato i risultati sulla molecola di origine vegetale su prestigioso British Journal of Cancer.
La quercetina sarebbe utile per prevenire la trasformazione delle cellelule sane in cellule tumorali e sarebbe ben tollerata dall'organismo anche se ogni sostanza in grandi dosi ha delle tossicità.
Gian Luigi Russo autore della scoperta spiega: "In sostanza la molecola è capace di bloccare il processo di trasformazione di una cellula normale in tumorale, oppure di invertirlo, se è già in atto", quindi la quercetina avrebbe un ruolo molto importante in una futura cura per la leucemia.
La quercetina, presente anche nel biancospino e nella camomilla, come dice Wikipedia "è stata estensivamente studiata in campo oncologico sperimentale, nella delucidazione dei meccanismi di proliferazione cellulare e della cancerogenesi".
Ora, grazie all'l'Isa-Cnr di Avellino, l'applicazione della quercetina in ambito farmacologico diventa sempre di più una realtà nella cura della leucemia linfocitica cronica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# alimenti# Avellino# cellulare# CNR# leucemia# natura# vino# Wikipedia