le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge stabilità 2015, principali misure: da pellet, bonus bebè a regime dei minimi

Varata le legge di stabilità 2015. Tra le principali misure: il bonus bebè 2015, il cambio del regime fiscale dei minimi sostituito da un nuovo regime a partita IVA forfettario, ecobonus e ecomobili, aumento tasse sul pellet.

Ecco le principali misure della legge di stabilità 2015:
- taglio della componente lavoro dell'imposta Irap;
- confermato il bonus 80 euro per i dipendenti con reddito fino a 24mila euro;
- previsto il TFR in busta paga su base volontaria (con tassazione ordinaria) e senza costi per le imprese (buste paga comprese tra il 1 marzo 2015 e il 30 giugno 2018).
- il vecchio regime fiscale dei minimi (5%) viene sostituito da un nuovo regime forfettario che sarà variabile da attività ad attività e prevederà un'imposta del 15% da calcolare, in base all'attività, non più sulla differenza ricavi/costi ma in base ad uno specifico coefficiente;
- introdotto il bonus bebè, pari a 80 euro al mese per 3 anni per bambini nati o adottati entro il 31 dicembre 2015 riservato a famiglie con tetto Isee pari a 25mila euro annui. L'importo mensile del bonus bebè 2015 raddoppia (cioè 160 euro al mese per 3 anni) in caso di famiglia in condizioni di povertà assoluta (valore Isee sotto i 7mila euro);
- bloccato il tetto massimo dell'Imu-Tasi per tutto il 2015 (2,5 per mille) sulla prima casa mentre viene previsto un aumento extra limitato allo 0,8 per mille (quindi in totale 3,3 per mille);
- confermato ecobonus: prorogate per tutto il 2015 le aliquote massime degli sconti fiscali su ristrutturazioni edilizie (50% che scenderà al 36% nel 2016) e riqualificazione energetica delle abitazioni (65%, esteso anche alle caldaie a biomasse);
- prorogato fino al 31 dicembre 2015 il bonus per detrarre il 50% sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (10 rate annuali e importo massimo pari a 10mila euro) in abbinamento a ristrutturazione edilizia;
- eliminata l'esenzione del bollo per le auto storiche comprese tra 20 e 30 anni di età;
- aumenta l'importo dei buoni pasto da 5,29 euro a 7 euro ma solo per i ticket elettronici;
- congelato il canone Rai 2015, pari a 113,50 euro;
- scende la tassazione degli eBook che passa dal 22% al 4%;
- varate nuove misure di contrasto all'evasione e riconosciuta una quota ai Comuni pari al 55% per la compartecipazione al recupero nel triennio 2015/2017;
- salgono le tasse sul pellet, con l'IVA che aumenta dal 10% al 22%;

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: