le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge stabilità 2015, le misure sul fisco: da partite IVA a nuovo Isee

La Camera approva in via definitiva la legge di stabilità 2015, prevedendo varie misure sul fisco: dal nuo regime forfettario delle partite IVA (che modifica il regime dei minimi) al nuovo Isee e allo sconto Irap per le imprese.

La Camera approva in via definitiva la legge di stabilità 2015, con una manovra pari a 36 miliardi di euro. Le misure sul fisco della legge di stabilità 2015 prevedono lo sconto Irap per le imprese, provvedimento che avrà effetto soprattutto per quelle aziende con molti dipendenti. Da subito, ci sarà l’incremento generalizzato di aliquota, poi dal 2015 giù i costi per la voce lavoro. Cambia anche il regime delle partite IVA dei minimi, anche se chi ha iniziato con il vecchio sistema potrà mantenerlo fino alla fine dei requisiti (35esimo anno di età oppure fine del quinquennio). Con la legge di stabilità dal 1 gennaio 2015 coloro che rientrano in un reddito tra 15mila e 40mila euro, potranno usufruire della nuova aliquota del 15% in base alla rendita variabile stimata tra 40 e 86%. In entrambi i casi, reddito e rendita, il tetto massimo per ogni categoria professionale è definito proprio dalla stessa legge di stabilità negli allegati al testo. Cambiano anche le norme delle verifiche fiscali, poiché con la legge di stabilità 2015 il verbale non ostacolerà più il ravvedimento operoso alle violazioni relative ai tributi di competenza dell’Agenzia delle Entrate. La legge di stabilità 2015 conferma la partenza del nuovo Isee, i cui dati raccolti andranno a incrociarsi con l'anagrafe dei conti correnti tenuta dall'Agenzia delle Entrate. La legge di stabilità alza dal 1 gennaio 2015 le tasse sulle polizze vita portando al 26% quelle sulle plusvalenze generate da polizze incassate dagli eredi, fino a oggi esenti. Infine, l'Iva sugli ebook passa dal 22% al 4% come per l’editoria cartacea.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: