le notizie che fanno testo, dal 2010

Equitalia: pagamento senza interessi di mora anche per bollo auto e multe

Equitalia definisce le condizioni delle agevolazioni per il pagamento delle cartelle, previste con la legge di stabilità 2014, chiarendo che entro il 28 febbraio 2014 si potranno pagare "cartelle e avvisi esecutivi senza interessi di mora e interessi per ritardata iscrizione a ruolo, per le somme affidate in riscossione entro il 31 ottobre 2013" comprese "le entrate non erariali come il bollo dell'auto e le multe".

In una nota, Equitalia definisce le condizioni delle agevolazioni per il pagamento delle cartelle, previste con la legge di stabilità 2014. Equitalia informa quindi che entro il 28 febbraio 2014 si potranno pagare "cartelle e avvisi esecutivi senza interessi di mora e interessi per ritardata iscrizione a ruolo, per le somme affidate in riscossione entro il 31 ottobre 2013". Equitalia inoltre specifica che "rientrano nell'agevolazione, per esempio, le entrate erariali come l'Irpef e l'Iva e, limitatamente agli interessi di mora, anche le entrate non erariali come il bollo dell'auto e le multe per violazione al codice della strada elevate da Comuni e Prefetture", precisando invece che "restano invece escluse le somme dovute per effetto di sentenze di condanna della Corte dei Conti, i contributi richiesti dagli enti previdenziali (Inps, Inail), i tributi locali non riscossi da Equitalia e le richieste di pagamento di enti diversi da quelli ammessi (l'elenco è disponibile sul sito www.gruppoequitalia.it)". Infone, Equitalia chiarisce che "la definizione agevolata è applicabile anche in presenza di rateizzazioni, sospensioni giudiziali o altre situazioni particolari".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: