le notizie che fanno testo, dal 2010

Cuneo: lavoratori in nero di una discoteca sversavano rifiuti liquidi in acque superficiali

Oprazione congiunta della Forestale e dell'Ispettorato del Lavoro a Cuneo.

"In una nota discoteca alle porte di Cuneo gli Agenti del Corpo Forestale, Nucleo Investigativo Polizia Ambientale e Forestale, hanno operato congiuntamente con i carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno accertato mediante servizi di appostamento iniziati nei giorni antecedenti al controllo, che alcuni dipendenti sversavano ripetutamente le acque reflue non depurate, provenienti da un macchinario lavapavimenti, direttamente in un tombino nel piazzale della discoteca causando, con tale comportamento illecito, un notevole danno ambientale" scrivono in una nota i Forestali.

"Veniva quindi contestate sanzioni per aver immesso illegalmente rifiuti liquidi in acque superficiali. I militari e forestali hanno poi anche accertato illegalità sul fronte del lavoro nero - si comunica infine dal Corpo Forestale dello Stato -, sempre all'interno della stessa discoteca. I due lavoratori presenti, infatti, erano entrambi in nero. Per questa violazione è scattata la maxi-sanzione da 8mila euro, con la contestuale sospensione dell'attività imprenditoriale a carico del titolare, un 40enne cuneese. La discoteca ha poi riaperto ad avvenuto pagamento della multa da 8mila euro e dopo avere regolarizzato, assumendoli, i dipendenti, originariamente in nero, che ora potranno beneficiare appieno dei loro diritti previsti dalla legge. L'azione congiunta di forestali e carabinieri ha consentito di agire sui due fronti. Quello del rispetto dei diritti dei lavoratori e quello della tutela dell'ambiente, con i dipendenti stabilizzati e l'interruzione dell'inquinamento della falda acquifera."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: