le notizie che fanno testo, dal 2010

UE impone Italia a utilizzare latte in polvere per formaggi. Bertuzzi (PD): no a dicktat

"I punti di forza dell'agroalimentare italiano sono riconducibili alla qualità dei prodotti. Le disposizioni dell'Unione Europea per la produzione di formaggi senza latte sono quindi impraticabili per un paese come il nostro", dal Partito Democratico la posizione di Maria Teresa Bertuzzi.

Il PD diffonde un intervento di Maria Teresa Bertuzzi: "I punti di forza dell'agroalimentare italiano sono riconducibili alla qualità dei prodotti. Le disposizioni dell'Unione europea per la produzione di formaggi senza latte sono quindi impraticabili per un paese come il nostro."
"La diffida inviata dalla Commissione europea per imporre 'la fine del divieto di detenzione e utilizzo di latte in polvere, latte concentrato e latte ricostituito nella fabbricazione dei prodotti lattiero-caseari', divieto stabilito in una legge nazionale del 1974, - osserva infine nel comunicato la senatrice del PD Bertuzzi - non è per noi percorribile. Siamo un paese in cui nel settore agroalimentare la qualità detta regole restrittive. L'export di formaggi e latticini in Italia è aumentato del 9,3 % nei soli primi tre mesi del 2015. Una norma come questa rischia di invertire il nostro trend positivo che è strettamente legato alla qualità delle materie prime. Per noi la battaglia si gioca sull'origine dei prodotti. In questa direzione lavoreremo in Europa, per l'agroalimentare a tutela della qualità."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: