le notizie che fanno testo, dal 2010

Latte blu dalle mucche lilla?

Il latte blu scoperto a Piombino è uno dei nuovi casi di sofisticazione alimentare, di uso di cattive materie prime, di scarsa igiene della filiera, o di frighi scarsamente puliti? Questo è il mistero.

Se non ci sono più le mezze stagioni figuriamoci se esiste più il latte di una volta. Ormai accostarsi ad un latticino è diventata un'abitudine da RIS ma non ci si aspettava che dopo mozzarelle blu, formaggi fluorescenti, ricotta rossa, ci fosse anche il semplice latte a "prendere colore". E' successo a Piombino lo scorso fine settimana quando una famiglia di ritorno dal weekend ha tirato fuori dal frigo il latte aperto pochi giorni prima ritrovandolo color blu. La notizia, riportata dal "Tirreno", parla di latte a lunga conservazione di una marca italiana comprato in un supermercato e che il latte in questione, prima del weekend era stato consumato dall'acquirente che però si stente in perfetta forma.
Il latte (quello blu ed un'altra confezione sigillata comprata nello stesso giorno e nello stesso supermercato) è stato consegnato all'istituto zooprofilattico di Pisa e si aspettano i risultati la prossima settimana, anche se si sospetta che ci sia lo zampino del "simpatico" batterio Pseudomonas (chiamato prima più "correttamente" Bacillus pyocyaneus") che contiene piocianina, pigmento antibiotico di colore bluastro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# batterio# famiglia# latte# Piombino# Pisa