le notizie che fanno testo, dal 2010

Laparoscopia: ricostruite vagina e utero. Prescritto sesso quotidiano

A Napoli, presso la clinica Ruesch, è stato eseguito un doppio intervento in laparoscopia di ricostruzione di vagina e utero. Prescritto alle due ragazze che si sono sottoposte all'operazione di ricostruzione del sesso quotidiano.

Due ragazze erano nate con una anomalia congenita, senza utero e vagina, che in questi giorni, venti anni dopo, hanno risolto con soli tre giorni di degenza e un intervento in laparoscopia, cioè senza incisioni chirurgiche. Le due giovani avevano raggiunto da tempo la maturità sessuale, e per questo, in accordo con i medici, hanno deciso di sottoporsi all'operazione per sentirsi finalmente ragazze come tante altre. L'intervento è stato eseguito dalla professoressa Leila Adamyan, primaria e capo dipartimento di ostetricia e ginecologia dell'università di Mosca, presso la "Clinica Ruesch perché dotate di colonne ad alta definizione per la laparoscopia, utili soprattutto per interventi ricostruttivi così complessi e delicati", racconta il ginecologo Mario Malzoni che ha collaborato con la dottoressa. Manzoni spiega che oggi con la laparoscopia si può praticamente "intervenire per ogni tipo di disturbo". E se da una parte la laparoscopia permetterà alle due ventenni una guarigione più veloce perché comporta cicatrici di pochissimi centimetri al massimo, dall'altra le due ragazze dovranno prendere in questo primo periodo delle importanti precauzioni per evitare che l'organo da poco ricostruito in sala operatoria possa ritrarsi per inattività, e cioè esercitare quotidianmente del sesso come da severa prescrizione medica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: