le notizie che fanno testo, dal 2010

Sardegna come le Hawaii: Mondiale di Kitesurf a Cagliari

Cagliari capitale mondiale del kitesurfing. Aquiloni alzati al Poetto per il Kiteboard Racing World Championship, primo mondiale del quadriennio dopo l'inserimento del kitesurf da parte dell'ISAF alle prossime Olimpiadi di Rio 2016 nella disciplina del racing.

Il kitesurf, per chi non lo conoscesse, è quella disciplina, riconosciuta anche dal CONI (ha infatti una sua federazione sportiva, l'AKI) che consiste nell'uso di particolari "aquiloni" e di "tavole da surf" per "volare" sulle onde. Se una volta infatti sinonimo di libertà tra vento e flutti era senz'altro il windsurf (si ricordino le liriche di Lucio Battisti "windsurf windsurf veleggia e va portami lontano da questa rumorosa città") oggi il "kite", inventato nella sua forma moderna nel 1999 è senz'altro il modo migliore di esprimere la propria leggiadria sul mare. Diffuso principalmente alle Hawai ma di casa anche alle Isole Canarie (Spagna) la moda del kitesurfing in realtà non ha confini essendo piuttosto "facile" da imparare nel suo profilo di base. Altra cosa è ovviamente gareggiare e diventare kitesurfer professionisti tanto da padroneggiare il "boma" (la barra di controllo del "kite", cioè dell'aquilone) come una cloche. Per tutti gli appassionati e per i semplici voyeur di questo sport, molto interessante anche da "vedere" in spiaggia, è sicuramente un must recarsi al Poetto, a Cagliari, in Sardegna per osservare fino al 7 ottobre l'appuntamento più importante del mondo per i kitesurfer, ovvero il Campionato mondiale assoluto di Kiteboard, classe olimpica del race. Tra i campioni che partiranno dalla splendida spiaggia sarda ci sono anche nomi illustri ed ex medaglie olimpiche del windsurf che di solito prendono alla lettera l'altro celebre verso di Battisti (ovvero, sempre rivolto al windsurf, "guidami tu vengo con te dove vuoi sui mari hawaiani in Cina in Sardegna in Perù"). Dopo la decisione dell'ISAF (International Sailing Federation) di inserire il kitesurf alle prossime Olimpiadi di Rio 2016 (nella disciplina del racing), ed essendo questo il primo mondiale del quadriennio, ecco che molti "ex campioni" di windsurf stanno "trasmigrando" verso lo sport con "l'ala-aquilone che fa avanzare la tavola". E non solo come kitesurfer ma anche come tecnici e dirigenti delle Federazioni nazionali. Al campionato mondiale organizzato dallo Yacht Club Cagliari si sono iscritti ben 220 partecipanti da 38 nazioni che rappresentano tutti e cinque i continenti. I kitesurfer che daranno spettacolo sui due campi di gara spettacolari vicino a riva nel Golfo degli Angeli, con l'area base che si estenderà dalla sesta fermata del Poetto al vecchio ospedale Marino. E così dopo la presentazione del Kiteboard Racing World Championship il 3 ottobre ed il "riscaldamento" della practice race ecco che oggi 4 ottobre, dopo la rituale attesa dell'alzata del vento, sono iniziate le regate. Una brezza tra i 7 e gli 8 nodi a sud ha fatto alzare le vele in mare e lo start "è stato dato sui due percorsi: arancione (per le flotte verde maschile e l'unica femminile) e bianco (flotte maschili gialla e rossa)" come si legge in una nota. Per chi fosse chiesto a quale canzone di Battisti si facesse riferimento, si tratta di "Windsurf Windsurf" tratto dallo splendido "E già" del 1982.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: