le notizie che fanno testo, dal 2010

Pesce crudo con Anisakis e funghi al botulino: Minsalute consiglia

Intossicazioni alimentari in primo piano al Ministero della Salute, si va dal barattolo "al botulino" al pericolo del pesce consumato crudo infestato dai temibili parassiti Anisakis . Non mancano i possibili pericoli derivati dai funghi non controllati da esperti micologi e i grandi classici come la salmonella.

E' stata presentata dal Ministero della Salute la Relazione annuale 2011 al PNI, ovvero il Piano nazionale integrato dei controlli ufficiali in materia di alimenti, mangimi, sanità e benessere animale e sanità delle piante.
L'occasione della conferenza stampa di ieri, 4 luglio, è stata quanto mai "ghiotta", a livello informativo, anche per la presentazione del Decalogo 2012 per "una corretta nutrizione in estate e altri materiali di comunicazione in tema di sicurezza alimentare". I rischi alimentari sono infatti dietro l'angolo, o meglio nascosti sotto il tappo di un vasetto mal conservato, o nel cestino in cui "riposano" invitanti funghi non controllati da un esperto micologo. Già sulla rete è disponibile un documento molto interessante scritto dalla Dr.ssa Assisi del Centro Antiveleni di Milano che si intitola "Guida alla Prevenzione delle intossicazioni da funghi" .
Nell'incontro si è fatto il punto sia sui "grandi classici" dell'intossicazione come la "salmonella" sia sui nuovi rischi "esotici", o meglio legati alla nuova moda di mangiare il pesce crudo non perfettamente, anche questo, controllato e certificato da professionisti esperti. Si è ricordato anche in questa occasione che il pesce crudo potrebbe essere infestato dalle pericolose larve di Anisakis che potrebbero causare reazioni allergiche e parassitosi.
Il capitolo "funghi" è stato poi trattato in modo particolare, ricordando insieme agli specialisti del Centro Antiveleni di Milano alcune regole, ovvero che è bene consumarli in modo prudente, che è meglio evitare il loro consumo in gravidanza e che sarebbe meglio non farli mangiare ai bambini che hanno meno di 12 anni.
Ultimo consiglio, ma non meno importante, è quello di fare attenzione ai funghi sott'olio che, se mal conservati, potrebbero aver sviluppato la tossina botulinica .

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: