le notizie che fanno testo, dal 2010

Social network, privacy e cyberbullismo: "per non cadere nella rete"

"Social network: attenzione agli effetti collaterali" e "Social network: quando ti connetti, connetti anche la testa!" sono due strumenti, di lettura il primo e "video" il secondo, prodotti dal Garante della Privacy per mettere in guardia i giovani sull'uso "smodato" dei social network. Anche il Moige interviene con l'iniziativa "Per un web sicuro" dedicato a genitori e figli, a rischio cyberbullismo.

Il 29 gennaio si è celebrata la Giornata europea della protezione dei dati personali, una giornata che il Garante della Privacy italiano ha voluto ricordare con una manifestazione dal titolo emblematico: "Social Network: attenzione a non cadere nella rete". Una manifestazione ricca di iniziative rivolte agli studenti e al tema del cyberbullismo. La necessità di informare i giovani all'uso dei social network è infatti cosa urgente, non tanto perché gli adulti siano più alfabetizzati (informaticamente), quanto perché, anagraficamente, i minori, immettendo dati sensibili nelle reti sociali potrebbero, nel prossimo futuro, pentirsi di averlo fatto, proprio come ben si sottolinea nel video "Social network: quando ti connetti, connetti anche la testa!" diffuso dal Garante della Privacy . Il Garante ha anche distribuito un "vademecum" per i giovani intitolato "Social network: attenzione agli effetti collaterali" che, con poche semplici regole, soprattutto legate al buon senso, mette in guardia sulla "leggerezza" con cui troppo spesso ci si "immerge" nei social network. I dati che finiscono sulla rete internet difatti sono in pratica "incancellabili" pur con tutte le leggi a tutela della privacy dei singoli Paesi. Ed è emblematico poi come i social network più importanti, di cui l'italiano medio sembra non potere più fare a meno, risiedano di fatto su server in Paesi diversi dal nostro (quando sono ancora determinabili geograficamente e non sparsi in cloud virtuali) dove, per alcune operazioni di "cancellazione" è necessaria in pratica una rogatoria internazionale.

Anche il Movimento Italiano Genitori onlus (Moige) interviene in occasione della Giornata Europea della Privacy concordando con le iniziative del Garante. "Ci uniamo all'appello del Garante della privacy e del Ministro dell'Istruzione sulla necessità di informare i giovani sui rischi connessi all'uso di internet - afferma Antonio Affinita, direttore generale del Moige -. I recenti casi di cronaca devono far riflettere sulla necessità di porre delle regole all'interno delle varie piattaforme di social networking. I siti di socializzazione possono rappresentare una grande opportunità, ma allo stesso tempo nascondono delle insidie soprattutto per i più giovani". Continua il direttore generale del Moige: "Come genitori esprimiamo preoccupazione per la sicurezza dei nostri ragazzi: i social network sfuggono completamente a qualsiasi forma di controllo e non consentono ai genitori di monitorare la navigazione dei figli. La scarsa attenzione dei providers nei confronti di chi è dietro lo schermo ci deve allarmare sulle possibilità che i minori possano incorrere nella trappola del cyberbullismo: è un fenomeno dilagante che continua a riempire le pagine dei giornali". Ed è proprio su questo tema che proprio il Moige, la Polizia di Stato, TrendMicro, Cisco e Google Italia hanno organizzato una conferenza in cui sarà presentato "Per un web sicuro - progetto sociale itinerante e interattivo per un corretto utilizzo del web".

Il progetto sarà presentato il 5 febbraio prossimo e risponderà alle domande che gli adulti spesso si fanno, quali: "Quanto tempo trascorrono quotidianamente i minori connessi in rete? Per loro la rete rappresenta uno strumento per giocare o per conoscere? Sono iscritti ai social network? Hanno mai utilizzato identità false? Preferiscono rimanere a casa connessi ad internet o uscire con i propri amici? Quanti genitori danno limiti ai loro figli nell'utilizzo di Internet? I genitori sono a conoscenza di ciò che accade nella rete quando i loro figli sono connessi?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: