le notizie che fanno testo, dal 2010

Provider pirata per il Partito Pirata svedese

Il Partito Pirata svedese, fedele alla linea dei suoi principi anti copyright e per la libertà di scambio nella rete, sceglie la linea più radicale: la costruzione di un internet service provider pirata gestito dallo stesso Partito Pirata svedese.

Il Piratpartiet svedese, in italiano meglio conosciuto come Partito Pirata, ha deciso di costruire un vero e proprio "provider pirata" per permettere di accedere al web e ai download anche "illegali" in maniera totalmente anonima. La decisione del Partito Pirata svedese non è nuova visto che aveva già dato il suo sostegno a Relakks, una darknet commerciale di ottima qualità.
Pirate ISP, Pirate Internet Service Provider, questo dovrebbe essere il nome scelto, garantirà anonimato completo non conservando i "log" degli ip degli utenti, in parole povere non archivierà le tracce elettroniche lasciate dai partecipanti al servizio, sia per garantire totalmente la loro privacy sia per una vera e propria provocazione sul concetto di copyright e sull'atmosfera da 1984 che ormai pervade i service provider classici.
Ovviamente i proventi del "provider pirata" serviranno a sostenere le iniziative del partito.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# atmosfera# copyright# Partito Pirata# privacy# web