le notizie che fanno testo, dal 2010

Megaupload, dati utente al sicuro per "almeno due settimane"

Ira Rothken, avvocato di Megaupload, servizio di "condivisione" creato da Kim Dotcom, ha annunciato tramite Twitter che i dati degli utenti del sito di file-sharing non verrano cancellati per "almeno due settimane". Questo permetterà alle autorità statunitensi di avere più tempo per trovare un accordo con Megaupload su come gestire la questione.

Le due imprese Carpathia e Cogent hanno accettato di conservare la grande quantità di dati caricati dagli utenti Megaupload, il servizio di "condivisione" dei file creato da Kim Dotcom (attualmente agli arresti), per un minimo di due settimane. Lo ha riferito tramite Twitter (http://is.gd/G6wy21) l'avvocato dell'ex sito di condivisione file, Ira Rothken.
Fino a qualche giorno fa sembrava infatti che i dati sarebbero stati cancellati a cominciare da giovedi, ma quest'ultima novità darà altro tempo alle autorità statunitensi per trovare un accordo con Megaupload su come gestire la questione dei dati degli utenti.
In molti avevano sostenuto che, nonostante Megaupload fosse usato anche per la pirateria e il download di materiale illegale protetto da copyright, i file caricati dagli utenti (tra cui foto di famiglia e documenti personali) appartenessero ai gestori del copyright.
Ma Carpathia Hosting, una delle società che gestisce gli account utente per Megaupload, ha detto in un comunicato: "Non abbiamo mai avuto l'accesso ai contenuti del server di MegaUpload e non abbiamo nessuna possibilità di restituire i contenuti presenti su tali server".
Secondo una stima di Alexa, almeno 50 milioni di persone hanno utilizzato almeno una volta il servizio di Megaupload, facendo in modo che l'azienda di file-sharing diventasse uno dei primi 100 siti più visitati sul web.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: